Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 18 ottobre 2016

Piccola grande Italia

Roberto Mangosi

.

1aaaaaaaasssssweNella Steppa sconfinata, a 40 sottozero, la NATO schiera le preponderanti forze italiche al confine della Grande Russia.
Scene di panico collettivo si diffondono nell’intera Nazione, nel timore di una schiacciante vittoria delle truppe nostrane in caso di invasione.

Non sono state diffuse notizie più precise sui piani militari, ma sembra che – dopo la Russia – occuperemo anche la Cina e successivamente l’India.
Del Giappone se ne riparla a Primavera.

1014

MML nel Mondo alle 10:41

 

1949

MML nel Mondo alle 19:49

Read Full Post »

Incognominabili!

1aaaaaassdd

Read Full Post »

Il “Virgilio” per Amatrice

dott.ssa Calogera Genco

.

Si comunica che secondo quanto deliberato nella seduta del Collegio dei Docenti del 01/09/2016, il nostro Istituto ha voluto significare la solidarietà alle popolazioni colpite dal recente terremoto nell’Italia Centrale.

img_3307

A tal fine, la sede I.P.S.A.S.R. I.P.S.E.O.A., grazie alle attività svolte nel laboratorio di trasformazione agro – alimentare, ha predisposto dei prodotti tipici del nostro territorio, che verranno offerti a quanti vorranno contribuire alla raccolta fondi “Pro Amatrice”, promossa dagli studenti dell’Istituto Professionale di questo Istituto.

Un’iniziativa lodevole che conferma la fede nei più alti valori che caratterizza fortemente il “Virgilio”.

img_3280

Si ringraziano il Prof. Giannetto, promotore dell’iniziativa, la Prof.ssa Giglio, responsabile del laboratorio di trasformazione, la Prof.ssa Piparo, coordinatrice delle attività, l’Ass.te Tecnico Sig. Lamattina, il Coll. Scolastico, Sig. Favata e il Responsabile di Sede Prof. Palumbo.

 

Read Full Post »

Immigrati. A Villalba, l’Arci contro il Presidente del Consiglio

da Castello Incantato

.

Claudio Lombardo, responsabile politiche welfare dell’Arci Sicilia, con una lettera aperta, è intervenuto sull’ultimo consiglio comunale del 22 settembre scorso che aveva all’ordine del giorno la possibilità di attivare nel  Comune di Villaba strutture di accoglienza nell’ambito del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR).

arci

Lombardo – in sintesi – richiamando quello che, a suo avviso, è successo nel civico consesso scrive:

Affermare, cosi come è stato fatto, che tutti coloro che si occupano oggi di accoglienza di rifugiati, profughi ed immigrati siano mafiosi, o corrotti, o gente che si approfitta del dramma di migliaia di persone sol perché qualche (e sottolineo qualche) cooperativa o associazione ha travisato la sua funzione e pensato a questo dramma come ad un affare è francamente offensivo, ingiusto e sbagliato! Generalizzare, sparare sul mucchio egregio Presidente è facile ma molto controproducente. Cosa penserebbe Lei di fronte al fatto che in Italia qualche Consigliere Comunale (e sottolineo qualche) intasca tangenti, è colluso con la criminalità e la mafia, dicessi che tutti i consiglieri comunali sono tangentari corrotti e mafiosi?  Sono sincero, alcune delle affermazioni fatte in quella seduta di consiglio comunale rappresentano delle vere e proprie diffamazioni.

Ma quella sera, sempre a mio giudizio, è successo qualcosa di ancor più grave: si è distribuita e diffusa a piene mani  cattiva informazione, facendosi scudo di “questioni procedurali e politiche” si sono giustificate e coperte pulsioni xenofobe e razziste, sentimenti che io personalmente sono convinto siano assolutamente marginali e minoritarie nella gente di Villalba.  Un consigliere comunale è chiamato a svolgere due azioni contemporanee: da una parte rappresentare interessi generali dall’altra essere punto di riferimento intellettuale, educativo culturale della sua comunità. Temo che in quella seduta questo non sia successo, e, ribadisco, i piccoli interessi, rancori personali, sentimenti inconfessabili abbiano dominato il dibattito distorcendo la verità dei fatti.

Io credo che il vostro Sindaco con grande senso di responsabilità abbia compreso che anche la piccola comunità villalbese sarà chiamata a dare il suo contributo, per scelta o perché il Governo Italiano imporra a tutti i comuni italiani di avere strutture di accoglienza nel loro territorio. Scegliere di farlo autonomamente, sentendo la sua comunità, d’intesa con la sua comunità è una scelta coraggiosa ed intelligente, nel supremo interesse di chi si vuole accogliere e di chi si prepara ad accogliere.

Io e la mia associazione siamo pronti e disponibili al confronto. Non abiure ma responsabilità, questo le viene chiesto, nell’interesse supremo della comunità villalbese, ma anche nell’interesse di quella comunità assai più grande di cui la comunità villalbese è parte: la comunità degli umani”. 

Read Full Post »

L’aria di casa è inquinata 5 volte più di quella esterna

Redazione Tiscali

.

catturaCasa dolce casa? Forse no, visto che l’aria che si respira tra le mura domestiche può essere fino a cinque volte più inquinata di quella esterna. La colpa è degli odori emessi da mobili, detersivi, vernici, incensi, che contengono composti igienici volatili (cov).

A fare il punto su questo problema è uno studio di Sergio Fuselli, direttore del Reparto Igiene degli Ambienti di Vita dell’Istituto superiore di sanità (Iss). “La casa non è il luogo più sicuro per la salute – spiega – perché l’aria che vi si respira, per i cov, può essere cinque volte più inquinata di quella esterna.

L’inquinamento indoor non si può eliminare, ma si può ridurre con semplici misure di prevenzione, soprattutto se consideriamo che trascorriamo oltre l’80% del nostro tempo in ambienti chiusi”. Le fonti d’inquinamento al chiuso sono i composti organici volatili contenuti in detersivi, pitture, vernici e smalti, candele profumate, bastoncini d’incenso, vestiti e tappezzeria lavati a secco, stufe a legna e caminetti, fumo di sigaretta.

catturaTra le stanze più ‘inquinanti’ da questo punto di vista c’é la cucina, ricca di odori, perché “ogni odore è un inquinante – continua – potenzialmente velenoso a seconda della dose che respiriamo o accumuliamo”. Quindi attenzione alla fiamma dei fornelli a gas, “perché se non è solo blu ma anche rossastra vuol dire che brucia male, liberando monossido di carbonio e ossidi di azoto”, e mai mischiare “varechina e acido muriatico, perché creano una nube tossica”. Anche i mobili nuovi, siano in legno, truciolato o compensato, emettono formaldeide (quello che definiamo come ‘odore di nuovo’), mentre gli indumenti lavati a secco vanno tenuti all’aria aperta finché non hanno più odore. Per pitture e vernici, meglio usare quelle a base di acqua.

“Le misure da prendere sono la riduzione di emissioni inquinanti – conclude Fuselli – e cambiare l’aria spesso. In questo modo non solo entra ossigeno, ma gli inquinanti interni vengono diluiti”.

Read Full Post »

images (4)

ficumori

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: