Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 13 marzo 2015

acUna dose di 4 mg al giorno di Acido Folico da uno a tre mesi dal concepimento riduce di circa l’80% la possibilità di avere figli affetti da malformazioni congenite: una semplicissima attenzione per un enorme risultato !!!

.

L’acido folico fa bene al feto

di Stefano Oddini Carboni

.

Fin dalla metà degli anni 60’si è avanzata l’ipotesi che la dieta, e più precisamente le vitamine, avessero un ruolo importante nella prevenzione delle malattie genetiche dovute a difetti dello sviluppo embrionale. Alcuni studi condotti negli anni 80’ hanno poi dimostrato l’associazione tra i bassi livelli ematici di acido folico nella donna incinta e la presenza di malformazioni.

a1Due studi molto rigorosi, il primo condotto in Inghilterra su 1817 donne che avevano avuto una precedente gravidanza a rischio, il secondo su 4753 donne ungheresi senza storie di altre gravidanze a rischio, rappresentano un punto fermo, dimostrando che l’assunzione quotidiana di acido folico, da uno a tre mesi prima del concepimento e fino alla dodicesima settimana di gestazione è in grado di ridurre l’incidenza delle malformazioni di circa l’80%.

L’Acido Folico o acido pteroilglutammico è una vitamina del gruppo B, e si tratta precisamente della vitamina B9. Questo acido è idrosolubile e rappresenta la forma più stabile dei folati, composti poliglutammici ad attività vitaminica.
L’ acido folico e i folati vennero isolati per la prima volta da Mitchell e coll. dai vegetali a foglia larga e venne scelto il termine “ folico “  proprio perché ricorda la parola foglia ( Doctor Pediatria 2-2002 ).
L’acido folico interviene in reazioni metaboliche per la crescita e la moltiplicazione cellulare, è essenziale per la biosintesi degli acidi nucleici, delle proteine e per la formazione di emoglobina. La carenza di questa vitamina si manifesta con l’anemia megaloblastica, un’alterazione dei globuli rossi del sangue.

Diversi studi hanno rivelato una stretta correlazione nella tra bassi livelli di acido folico nel sangue della mamma in attesa e presenza di deficit nel tubo neurale (DNT) nel nascituro. Infatti, tra le patologie che l’acido folico previene, ci sono proprio i difetti del tubo neurale: DNT (S. Oddini Carboni, B. Pibiri 2003 ). Il tubo neurale è la struttura deputata alla formazione del sistema nervoso centrale, della colonna vertebrale e del midollo spinale.
a2Perché lo sviluppo sia normale, occorre che questa struttura si chiuda entro trenta giorni dal concepimento. Se questo non avviene, parte del cervello o del midollo spinale rimane scoperta e il feto va incontro a gravi malformazioni come anaencefalia, cefalocele, spina bifida e la  labiopalatoschisi.

E’ stato dimostrato che l’assunzione quotidiana di acido folico durante la gravidanza è in grado di ridurre del 50-70% l’insorgenza di anomalie a carico dell’embrione. Servendosi di ogni possibile canale informativo, l’autorità sanitaria di molti paesi raccomanda  a tutte le donne che hanno in programma una gravidanza , di incrementare l’assunzione periconcezionale di acido folico.

Normalmente si consiglia di iniziare l’assunzione nel momento in cui si decide di avere un figlio. Ovviamente il maggiore ostacolo a tale schema terapeutico è rappresentato dalla gravidanza non programmata, cioè la maggioranza dei casi; il che rende il più delle volte impraticabile tale raccomandazione. La supplementazione va continuata sino a tutto il 4° mese di gravidanza.

L’acido folico non viene prodotto dal nostro organismo ma deve essere assunto con gli alimenti.

images593TEU31 Un’alimentazione completa ed equilibrata è in genere sufficiente a fornire il fabbisogno quotidiano (0,2mg) di acido folico. Gli elementi che ne contengono maggiormente sono in ordine decrescente: l lievito di birra, il fegato bovino, germe di grano, asparagi, germogli di soia; le verdure a foglia verde  la scarola, l’indivia e gli spinaci); le fave, i cavoletti di Bruxelles, fagioli secchi, il tuorlo, le bietole, la cicoria, le carote, i pomodori ;la frutta (agrumi, banane, datteri, meloni, arachidi, castagne secche); meno lo yogurt, i pesci, la carne (T. Hartridge et al 1999).
E’ consigliabile consumare frutta e verdure fresche in quanto la cottura dei cibi distrugge circa il 90% di acido folico.
Il fabbisogno giornaliero aumenta sia in gravidanza (fino ad una quantità pari al 0.4 mg, quando il feto attinge dalle riserve materne per il suo sviluppo), sia in altre particolari condizioni (uso di particolari farmaci, alcolismo, diabete insulino- dipendente, morbo celiaco, leucemia….).

 

(altro…)

Pubblicità

Read Full Post »

Isis, bastardi dentro

Le rivelazioni di un pentito: perché le vittime dell’Isis non si ribellano?

.

3zo389Z+gBLxDxCbSK78=--In molti si sono chiesti perché i condannati a morte dell’Isis risultino sempre così calmi, nonostante siano consapevoli del fatto che stiano per morire. La risposta arriva da un pentito jihadista, scappato in Turchia. Lo ha intervistato un reporter di Sky News, che ha raccontato cosa c’è dietro le uccisioni. L’uomo aveva un compito preciso: doveva consolare e rassicurare gli ostaggi. Le esecuzioni, infatti, venivano riprese più volte, e il pentito ripeteva “stai tranquillo, è solo un video”. E ancora: “Non ti uccideremo, vogliamo solo che il tuo governo smetta di attaccare la Siria”. Il motivo è evidente, se il condannato non si ribella, la propaganda ha effetto, perché ha influito sulla persona: “Quando uccidono realmente, non entrano nel cervello della persona”.

Il pentito racconta l’uccisione di Kenji Goto. Il povero ostaggio era terrorizzato dall’idea di perdere la propria vita, e visto che le frasi di rassicurazione non bastavano, gli jihadisti ne avevano inventata una nuova. Proponevano agli ostaggi di convertirsi all’Isis. A Kenji era stato dato anche un nuovo nome, Abu San, e doveva recitare nei filmati prova la seguente frase: “Vivo con l’Isis e continuerò a farlo”. Il giapponese appariva più rassicurato quando veniva chiamato Abu San, era sicuro che non sarebbe stato ucciso. La stessa cosa è successa ad altri ostaggi, ma purtroppo nessuno di loro è sopravvissuto.

Il pentito ha conosciuto jihadi John, e a quanto dice è lui il “capo delle esecuzioni”. Solo a lui è permesso giustiziare gli ostaggi stranieri, e si presenta solo nel giorno vero dell’esecuzione, ed è lui che decide la posizione delle cineprese e le inquadrature. Lo chiama Mohammed Emwazi, e conforma dunque l’identità trapelata nelle scorse settimane. E rivela un particolare molto straniante. Il crudele boia dell’Isis, prima delle esecuzioni, guardava dvd dei famosi Teletubbies, il cartone per bambini. Gli jihadisti al comando, secondo le testimoniazne, parlano le nostre lingue, guardano i nostri cartini e sono figli della nostra cultura.

Fonte: Libero

bambCorruttori di bambini

.

Sarebbe francese il bambino boia che appare nell’ultimo orrendo video propagandistico dell’Isis in cui una presunta “spia” palestinese del Mossad viene barbaramente uccisa.

E francese sarebbe anche l’uomo che nel video si esprime in francese «con un accento di Tolosa»

Read Full Post »

banca monte paschi milenaAnticipazione di cassa per il 2015

.

La Giunta comunale ha approvato l’anticipazione di cassa per il 2015.

Si tratta delle somme delle quali la Giunta potrà disporre per l’anno corrente attraverso la forma dell’anticipazione da parte dell’istituto bancario che ne cura il servizio di tesoreria.

La somma ammonta a 734.282,91 euro.

Read Full Post »

Pellitteri o Falvo? Non c’è bisogno di sfogliare la margherita per capire come finirà…

.

Michele Mancuso

Michele Mancuso ha svolto le trattative

Pellitteri o Falvo? Non c’è bisogno di sfogliare la margherita per capire come finirà.
Da un paio di giorni, infatti, in casa del centrodestra circola voce che sabato il senatore forzista Enzo Gibiino ufficializzerà a fine settimana la scelta di Pellitteri, ex senatore di Forza Italia.
Sia Falvo che Pellitteri hanno rimesso la decisione nelle mani del sen. Gibiino. Ma che lo faccia Falvo è comprensibile, è un dirigente di Forza Italia. Ma Pellitteri no.
«Ritengo – spiega il consigliere e dirigente scolastico – che il valore simbolico della vittoria su Gela sia per Forza Italia più importante di velleità personali». Precisa inoltre che al momento le civiche di Pellitteri quella del partito liberale e quella di Forza Italia creano insieme un’Alternativa democratica dopo 20 anni di governo di centro sinistra che rifugge da rabbie improduttive (il riferimento è ai Grillini?) e disimpegni antidemocratici, cioè il disertare le urne per disaffezione alla politica.

Gioacchino Pelliteri

Gioacchino Pelliteri

«Sono berlusconiano dal 1994 – conclude Pellitteri – ma le mie liste civiche alleate con Forza Italia raccolgono gente della società civile, della scuola, della cultura che vogliono avere rappresentanza e partecipare alla costruzione di un nuovo governo della città». Questa la posizione di Pellitteri nell’attesa del verdetto.
Ma l’argomento che sta tenendo banco in casa del centrodestra è anche un altro e cioè la possibilità di catturare la coppia composta dal deputato regionale Pino Federico e dal consigliere comunale Enrico Vella portandola verso nuovi lidi non nuovi peraltro per Federico.
Pare che ci siano trattative in corso.

Ma il sindaco in carica Angelo Fasulo non sta con le mani in mano. Anche lui sta catturando consensi tra quanti nel centrodestra non sono contenti della scelta del candidato a sindaco per le prossime elezioni amministrative.

Fonte: La Sicilia

Read Full Post »

Quello sporco piano!

b7

MML nel Nord del Mondo alle 12:16 del 13 marzo 15

MML nel Nord del Mondo alle 12:16 del 13 marzo 15

Read Full Post »

Perché si dice… Eden

di B.M. Quartu

.

imagesJUVZDEDDE’ questo il nome con cui l’Antico Testamento parla del Paradiso Terrestre in cui Dio mise a vivere Adamo ed Eva (Genesi, 2,8-15; 4,16; 3,8: 3,23-24).

Propriamente la parola eden significa più o meno “campagna” e, volendo, anche “giardino”.

Poiché il luogo fu collocato geograficamente nella zona più fertile e verdeggiante della Mesopotamia e la descrizione biblica lo descrive come un posto in cui Adamo ed Eva vivono perfettamente felici, il termine aggiunse il significato di “delizia, piacere”, rimasto nella tradizione in senso figurato, come equivalente di “paradiso”, per esaltare concetti positivi.

 

 

Read Full Post »

Gebbia selezionato dall’Osservatorio sulla creatività urbana

C. L.

LaICL070054120150307CL

Giulio Rosk Gebbia con un suo lavoro

.
Serradifalco. Giulio Rosk Gebbia, lo street artist (artista di strada) serradifalchese assurto agli onori della cronaca per la sua partecipazione a numerosi festival internazionali, è stato selezionato assieme ad altri due artisti italiani per rappresentare la campagna “Accendi la mente, spegni i pregiudizi” che si svolgerà in occasione della “XI Settimana d’azione contro il razzismo”. La campagna è stata presentata ieri a Roma alla Presidenza del Consiglio in una conferenza stampa a cui hanno partecipato il sottosegretario Graziano Delrio, il sottosegretario delle Politiche sociali con delega all’integrazione, Franca Biondelli, e il presidente dell’Anci, Piero Fassino. Tra gli aderenti alla campagna, l’Associazione Italiana Calciatori di cui era testimoniale Simone Perrotta.
Giulio Rosk Gebbia è stato selezionato assieme al napoletano Jorit e al goriziano Mattia Campo Dall’Orto da Inward, l’Osservatorio internazionale sulla Creatività urbana che ha coordinato il Tavolo tecnico nazionale sulla Creatività urbana istituito dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio.
I tre artisti si faranno interpreti delle giornate commemorative internazionali in tre diverse città italiane. Sarà questa una delle più avvincenti attività della campagna nazionale “Accendi la mente, spegni i pregiudizi” promossa dall’Unar – Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali del Dipartimento Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, dall’Associazione nazionale Comuni italiani e dal Miur nell’ambito della “XI Settimana d’azione contro il razzismo” in programma dal 16 al 22 marzo.
«Per me sarà un grande onore poter dipingere le mie opere in una occasione così importante e significativa – ha sottolineato Giulio Rosk Gebbia – far passare con la mia arte un messaggio contro ogni forma di razzismo rappresenta un momento rilevante per la mia carriera».

Read Full Post »

images96ROIR5C

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: