Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 1 marzo 2015

Nonna M

Nonna M

Lu Zì Carmelu Campanaru

di Nonna M.

.

Il signor Palumbo Carmelo era detto “Campanaru” dal soprannome della sua famiglia. Era figlio di Salvatore il quale aveva sposato in seconde nozze una sua parente, Palumbo Vincenza (la Zà Vicenza la Campanara).

Era portato per il commercio.

Lui e la sorella Maria (poi sposata con Alfonso Cipolla “Concadoro”) aiutavano il padre nella gestione di una “putìa” di generi alimentari e mescita di vino a Robba Maaru (villaggio Montegrappa).

palumbo carmelo e moglie

Carmelo Palumbo e la moglie Onofria Virciglio

Carmelo Palumbo aveva intuito che il commercio dai villaggi si sarebbe spostato verso il centro di Milocca e così decise di aprire una sua “putìa” di generi alimentari e vino al Villaggio Roma, vicino alla chiesetta di Santa Teresa, sul muraglione.

Vendeva altri generi come il petrolio e gli attrezzi agricoli. Nei locali di piano terra della casa che aveva acquistato dal capostipite degli Angilella, c’era un buon afflusso.

I clienti vi trovavano oltre ai generi menzionati anche i tabacchi perchè aveva arricchito il suo negozio aprendo lì anche la Rivendita Sali e Tabacchi N° 3.

Inoltre commerciava i cereali.

Era una persona distinta, ricordo che d’estate portava il cappello.

La moglie: Onofria Virciglio. I figli: Vincenza, Anna, Maria, Salvatrice e Giuseppe al quale toccò la casa dove oggi abita la figlia Pina, moglie di Agostino Manta.

Morì il 25 febbraio del 1963, era nato a Campofrancoil 20 novembre del 1881.

Milocca - Milena Libera nel Mondo alle ore 8:10 dell'1 marzo 2015

Milocca – Milena Libera nel Mondo alle ore 8:10 dell’1 marzo 2015

Pubblicità

Read Full Post »

zucimages5KOIJCD5A colazione, pranzo e cena le previsioni del tempo sono… stomachevoli

.

Perchè in caso di previsione di piogge in tv devono dire “rovesci” e non “precipitazioni” per esempio? o direttamente “piogge”?

Sì capiamo che tali termini sono dettati dalla meteorologia, ma la tv parla all’intero popolo italiano, non solamente agli addetti ai lavori.

untitledimages5NAAR9INOnde per cui a milioni di italiani, “rovesci” ricorda “vomiti”! e in concomitanza delle previsioni fatte alle “ore pasti” vi assicuriamo non è un bel digestivo!

Rovesci!!! puahh!!

Per non parlare poi delle evacuazioni dalle case minacciate da pioggia e fango che fanno pensare a non allo sgombero di famiglie in pericolo ma a… ben altro!

Read Full Post »

Gesù e Tsipras

Piange l’icona di Gesù: per contentezza o per tristezza?

Renato Pierri

.

imagesAlla volte i bambini piccoli, molto piccoli, piangono apparentemente senza motivo, e mamma e papà si disperano perché non riescono a capire perché piangono. Avrà mangiato abbastanza? Gli farà male il pancino?

Come un bambino piccolo, molto piccolo, è il crocifisso del primo ‘900 nel santuario di san Nicola ad Asprokambos, nel Peloponneso: ha iniziato a piangere dalla sera del 25 gennaio, mentre le tv di tutta la Grecia trasmettevano a reti unificate le immagini del trionfo elettorale di Alexis Tsipras.

imagesAF1S0RF9Solo che i bambini piccoli non piangono per contentezza, e invece non si capisce se il crocifisso pianga per contentezza o per tristezza. Vedrà come una grazia la vittoria di Tsipras, o come una disgrazia? Non si sa. Però, i fedeli che già gridano al miracolo, al buon Gesù che dal cielo farebbe piangere la sua icona, e che non è come un bambino piccolo, potrebbero chiedere: “Gesù, vuoi dare un messaggio agli uomini, oppure non vuoi darglielo? E se vuoi darglielo, perché non lo fai con maggiore chiarezza?

Se proprio non ti va di parlare, potresti scrivere, magari con le stesse lacrime tracciare delle parole sul pavimento. Forza, Gesù, un piccolo sforzo in più, non ci lasciare in quest’incertezza!”.

Read Full Post »

difrancesco geroStorie Scordate

.

Domenica pomeriggio, alle 18, presso l’Auditorium comunale, la presentazione del libro “Storie scordate” di Gero Difrancesco.

Interverranno il sindaco Giuseppe Grizzanti, l’assessore alla cultura Maria Montalto Monella, il regista cinematografico Beppe Cino e il giudice Giovanbattista Tona. E’ previsto l’intermezzo musicale del trio Bellini con Diletta Ligori al flauto, Giovanni Favata al clarinetto e Claudia Ottaviano al pianoforte.

salaIl benemerito cittadino Nonò Salamone

.

Domenica sera, alle 19,30, ci sarà il conferimento della civica benemerenza all’apprezzato cantastorie locale Nonò Salamone da parte dell’Amministrazione comunale.

Read Full Post »

Gli errori del Pd

1qwertyyuuy

Read Full Post »

FELTRI

FELTRI

Vittorio Feltri sulla manifestazione della Lega Nord a Roma

“Sì, sono imbarazzanti, imbecilli e fanno ribrezzo. Ma è giusto che i leghisti possano manifestare”

 .

imagesMI32KTW3Sì, d’accordo, “i leghisti a volte fanno ribrezzo”, quando sfilano in piazza “esibiscono strani elmi muniti di cormo, se la tirano da nibelunghi”, sono “grotteschi”. Ma chi vuole negare loro la possibilità di scendere in strada a Roma è peggiore, perché è anti-democratico.

Vittorio Feltri, sul Giornale, dice la sua sulla manifestazione romana della Lega Nord e lo fa partendo da un presupposto salace: “le manifestazioni di piazza, bianche o rosse, verdi o nere, non ci sono mai piaciute”, sono “nocive, producono casino, paralizzano il traffico, danneggiano città e negozianti”, “mettono a rischio l’incolumità della gente e se la polizia restituisce le botte passa per fascista”. In sostanza, dunque, sia che a sfilare siano i leghisti sia che siano quelli della Cgil, i No Tav o gli antagonisti in genere si tratta della “stessa imbecillità”, taglia corto Feltri.

imagesMCGOPATWIl problema, però, è che la sinistra “si autoproclama depositaria di diritti inalienabili, negandoli arbitrariamente a coloro che le stanno sul gozzo”. Non solo, dunque, “ignorano la democrazia, ma la contrastano”. Per questo motivo difendere il diritto della Lega di manifestare oggi a Roma è sacrosanto.

“Ecco che cos’è la Lega oggi”

Chi critica Matteo Salvini sostenendo che ha “traviato” il senso originario della battaglia leghista, trasformandola da nordista a nazionalista, secondo il fondatore di Libero non coglie la novità dei tempi: “La crisi è l’unico elemento di unità nazionale, la disperazione del Sud è la stessa del Nord – spiega Feltri -, suscitata dalla mancanza di lavoro e dall’abbondanza della miseria globalizzata”.

images4WPUYALS“Gli immigrati clandestini hanno superato i terroni nel fastidio provocato” e “tra Settentrione e Meridione non c’è più ragione di contrasto, bensì si impone un’alleanza”. Contro chi? “Contro il governo ladro, l’Europa aguzzina, l’euro dispensatore di nequizie”. Più o meno è quello che accade anche in Francia, con Marine Le Pen che non a caso è il punto di riferimento di Salvini. Che siano accuse giuste o sbagliate, spiega Feltri, lo dimostrerà la storia.

Quel che è certo, però, è che “il fenomeno Lega-Fratelli d’Italia non è incidentale e non si reprime negandogli la possibilità di esprimersi e agire allo scopo di affermarsi”.

Read Full Post »

1qwedffff

Read Full Post »

Dedica una canzone all’amica scomparsa

La cantante Denise Middione compone «La nostra forza sei tu» che spopola sul web

C. L.

.

Denise Middione

Denise Middione

Serradifalco. Una canzone per la sua amica del cuore Sara Pecoraro, la ventenne nissena morta lo scorso 15 gennaio dopo aver lottato contro un male incurabile: è ciò che ha spinto Denise Middione a comporre musica e testi di una canzone che ha deciso di pubblicare ad appena due settimane dalla scomparsa della sua amica.
La cantante e musicista serradifalchese, infatti, da quel grande dolore, è riuscita a tirar fuori le parole e la musica per comporre una canzone che è possibile ascoltare su Facebook ma anche su Youtube. La canzone si intitola “La nostra forza sei tu” e sta spopolando sul web tra i tantissimi amici di Sara.

«Anche perché – ha spiegato Denise Middione – Sara, nel corso della sua breve ma intensa esistenza, è riuscita a farsi amare da chiunque aveva la fortuna di conoscerla; lei aveva due occhi che parlavano al cuore, ma soprattutto una semplicità ed una umanità che solo chi l’ha conosciuta ha potuto apprezzare; ho voluto dedicarle questa mia canzone perché ritengo sia il modo migliore per ricordarla e per conservarne la sua immagine di amica».
Un gesto che ha emozionato non poco i genitori della ventenne nissena ma anche i suoi tantissimi amici che hanno voluto complimentarsi con Denise Middione per una canzone le cui parole sono altrettanti scatti fotografici di una amicizia che la musica è riuscita ad “immortalare”.


«E’ per te che scrivo le parole, amica mia… ti immagino vestita con una maglia blu e correre felice tra le stelle, ed ora corri, danza, salta, gioca, ridi, canta la vita adesso è bella; la nostra forza sei tu»: sono queste alcune parole della canzone dietro la quale c’è una grande amicizia, di quelle autentiche, come ormai se ne vedono sempre meno in giro. Una storia che ha emozionato il popole del web.
«Credo che dedicarle una canzone fosse il minimo che potessi fare per lei; sono certa che, da lassù, Sara è felice e canterà con noi perché è proprio vero, la nostra forza è veramente lei».

Read Full Post »

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 9,2-10

.

imagesUQR202JDDopo sei giorni, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li portò sopra un monte alto, in un luogo appartato, loro soli. Si trasfigurò davanti a loro
e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche.
E apparve loro Elia con Mosè e discorrevano con Gesù.
Prendendo allora la parola, Pietro disse a Gesù: «Maestro, è bello per noi stare qui; facciamo tre tende, una per te, una per Mosè e una per Elia!».
Non sapeva infatti che cosa dire, poiché erano stati presi dallo spavento.
Poi si formò una nube che li avvolse nell’ombra e uscì una voce dalla nube: «Questi è il Figlio mio prediletto; ascoltatelo!».
E subito guardandosi attorno, non videro più nessuno, se non Gesù solo con loro.
Mentre scendevano dal monte, ordinò loro di non raccontare a nessuno ciò che avevano visto, se non dopo che il Figlio dell’uomo fosse risuscitato dai morti.
Ed essi tennero per sé la cosa, domandandosi però che cosa volesse dire risuscitare dai morti.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: