Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 15 novembre 2014

Toccato! Il modulo Philae di Rosetta arriva sulla cometa

ESA

.

1qsdfvvb12 Novembre 2014. La missione Rosetta dell’ESA ha rilasciato la sua sonda Philae per un atterraggio morbido su una cometa, la prima volta nella storia che un’impresa così straordinaria sia stata compiuta. I primi dati provenienti dagli strumenti della sonda sono stati trasmessi al Centro Philae di Scienza, Operazioni e Navigazione presso l’agenzia spaziale francese CNES a Tolosa.

“La nostra ambiziosa missione Rosetta si è assicurata un posto nei libri di storia: non solo è la prima ad avvicinarsi e ad orbitare una cometa, ma adesso è anche la prima a rilasciare una sonda sulla superficie della cometa”, ha fatto notare Jean-Jacques Dordain, Direttore Generale dell’ESA.

“Con Rosetta apriamo la porta alle origini del pianeta Terra e favoriamo una migliore conoscenza del nostro futuro. ESA ed i suoi partner nella missione Rosetta hanno raggiunto qualcosa di veramente straordinario oggi. Dopo oltre 10 anni in viaggio nello spazio, siamo ora giunti alla migliore analisi scientifica mai fatta di uno dei più antichi resti del nostro Sistema Solare” ha detto Alvaro Giménez, Direttore ESA Scienza ed Esplorazione Robotica. “Decenni di preparazione hanno aperto la strada al successo di oggi, assicurando che Rosetta continui ad essere un rivoluzionario esempio nel campo della scienza delle comete e dell’esplorazione dello spazio.”

Pubblicità

Read Full Post »

Manifesto Pd

IMMAGINE MANIFESTO TARIpet

Read Full Post »

Emanati due bandi per la struttura comunale realizzata negli Anni 90

C. L.

.

ccL’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Peppuccio Vitellaro, ha incaricato il segretario comunale per la predisposizione degli atti relativi alla locazione del centro commerciale. Dunque, è intenzione dell’amministrazione comunale riavviare l’iter per consentire la locazione di una struttura comunale che non è riuscita finora a decollare. Il sindaco ha spiegato che è intendimento dell’amministrazione riassegnare in locazione il centro commerciale sia perchè l’utilizzo di una così importante struttura potrebbe determinare condizioni di sviluppo economico per la collettività, che per il fatto che costituirebbe anche una notevole fonte di reddito per le casse comunali.

bruNelle scorse settimane il centro commerciale è stato visitato da Vittorio Brumotti di «Striscia la notizia» per un servizio televisivo da realizzare nel Tg satirico di Canale 5. In quella occasione, il sindaco ha rilevato: «Il commerciale è stato completato alla fine degli anni Novanta, ma dopo una esperienza infelice di affidamento poi revocato, l’amministrazione comunale ha emanato due bandi per l’affidamento, di cui uno andato deserto e l’altro che sembrava poter essere avviato, ma poi così non è stato perché la crisi economica ha indotto i commercianti che vi avevano aderito a fare un passo indietro». Allora il sindaco ha anche reso nota la soluzione che intende adottare: «Intendiamo dividere a metà il centro commerciale in modo che siano due i soggetti eventualmente affittuari, dopo di che, per venirgli incontro, abbiamo pensato di scomputare dall’affitto annuo delle somme in base al numero di persone di Milena che saranno assunte; pertanto, facendo un esempio, si potrà prevedere uno scomputo di mille o duemila euro annui per ogni persona di Milena assunta dalla ditta che prenderà in gestione il centro commerciale, in modo da stimolare al massimo chiunque sia intenzionato a prenderlo in affidamento».

0833

o8:33 del 15/11/14

 

Read Full Post »

lilMi faccio crescere i baffi per soldi

Logan

.
Proprio così. Per il terzo anno consecutivo per tutto il mese di novembre mi farò crescere i baffi per soldi. Perchè?

PER SOSTENERE UNA BUONA CAUSA
Un mese di totale repulsione sessuale – che si aggiunge a quella provocata all’altrui sesso nei 28 anni passati – è forse il prezzo da pagare per fare beneficienza? Forse no, ma sono troppo pigro e indolente per fare altro. Un’attività in cui l’unica fatica richiesta è la berlina pubblica ben si sposa con l’assenza di qualsivoglia senso del pudore che mi contraddistingue.
Quale buona causa? La sensibilizzazione e la raccolta fondi per la lotta ad alcune patologie come il cancro alla prostata e ai testicoli.

images3VAUURVZNON CAPISCO LA CONNESSIONE TRA IL BAFFO E LA PROSTATA
Nessuna connessione apparente. Ma fate attenzione.
Il baffo è simbolo ambivalente di virilità dileggiata ed anelata. I Mo Bros – i fratelli di baffo – sanno vivere una vita lieve, ironica e scanzonata; piegano gli accidenti dell’esistenza al loro volere con la stessa nonchalance con la quale si arricciano la punta del mustacchio; superiori alle contumelie, profeti di una mascolinità perduta e di un savoir-faire che vive ahimè solamente nei manuali di stile ottocenteschi, i Mo Bros si salutano con un lieve cenno d’intesa in metropolitana, e scambiano impercettibili segni di assenso alla perfezione della curata peluria che ne intarsia il viso.

Il baffo è apice nobile della mascolinità, il cui gambo portante è di facile intuizione, e che a sua volta ricava i suoi nutrienti essenziali dalla eccellentissima ghiandola prostatica.

Ebbene, a Movember, ogni fibra del corpo maschile è solidale, e quella stessa comunanza si ritrova tra fratelli di baffo, d’animo naturalmente nobile e altruista.

movemberLillo-1024x1024UN MASCHIO TORMENTATO E NOSTALGICO
“Il baffo del 21esimo secolo gioca con questa eredità conflittuale. E’ notoriamente ridicolo, quasi fosse un capo di vestiario distinto e semi-permanente, un sopracciglio alzato al mondo. Allo stesso tempo, tuttavia, esprime un anelito verso l’autenticità, in ricordo di un tempo in cui gli uomini sapevano esattamente cosa era loro richiesto, e questa peluria naturale (come quella femminile) è riuscita a farsi strada senza l’ostacolo della convenzione sociale””Forse, quindi, il baffo esprime — o forse addirittura risolve? — due istinti mascolini contrapposti. E’ al contempo leggero, come una piuma, e dannatamente onesto. Il maschio di Movember è tormentato dalla nostalgia per quei giorni in cui era sicuro del proprio posto nel mondo, e forse fatica a prendersi sul serio. Ma è sincero nella sua solidarietà con i suoi fratelli maschi, pronto a farsi vulnerabile, aperto a conversazioni emozionali. Pronto a imparare dalle sue sorelle femministe” (tratto da qui)

images9XWA3UI7MI HAI CONVINTO. COME FUNZIONA, QUINDI?
Spiega bene Il Posts che per partecipare a Movember (dall’inglese, crasi tra “November” e “Moustache”) è necessaria per prima cosa radersi barba o baffi; “poi registrarsi e personalizzare la pagina di “Mo space”, postare una foto al giorno sulla propria pagina (per vedere l’evolversi della crescita dei baffi) e poi, a seguire, parlare della salute maschile, trovare altri sostenitori, sventolare la bandiera del Movember e diventare una specie di pubblicità ambulante per l’iniziativa. Sempre sul sito è possibile andare a vedere quali programmi saranno finanziati dai soldi raccolti”.

Questa la mia pagina personale: MOBRO.CO/lillo, da dove è possibile effettuare le donazioni. http://uk.movember.com/mospace/4313225
Non c’è bisogno di aggiungere altro.

Read Full Post »

tari

tari

Read Full Post »

diabete

Read Full Post »

Un po’ di RELAX

.

abcIl “Mandante” è colui che demanda a qualcuno l’esecuzione di qualcosa.

Come si chiama colui che esegue questi ordini?

 

Risposta

(altro…)

Read Full Post »

«Presto l’Alta Velocità passerà da qui»

G. S.

.

Rassicurazioni hanno ricevuto anche i deputati nisseni Gianluca Miccichè dell’Udc che ieri ha incontrato a Palermo l’assessore alle Infrastrutture Giovanni Pizzo ed Alessandro Pagano del Ncd ha avuto la conferma dal ministro Maurizio Lupi che la linea per l’alta velocità Catania-Palermo passerà anche da Caltanissetta.

LaICL0323a2520141114CL

la delegazione nissena guidata dal deputato Udc Gianluica Miccichè e composta tra gli altri dall’assessore comunale Massimiliano Centorbi, dai consiglieri Rita Daniele, Totò Calafato, Guido Del Popolo e Walter Tesauro, dai dirigenti Rosa Galiano, Andrea Falzone, Giuseppe Scalia, Vincenzo Riggi, Riccardo Rizza, Francesco Tragno ed al vicesindaco di Santa Caterina Salvatore Ferro

«Sono false le preoccupazioni» ha ridabito l’on. Miccichè a conclusione dell’incontro avuto con il rappresentante del Governo regionale assieme ad altri dirigenti dell’Udc di Caltanissetta ed al vicesindaco di Santa Caterina Salvatore Ferro. «Sono voci messe in giro da detrattori del nostro territorio e allarmisti sociali» ha aggiunto il deputato all’Ars. «L’alta velocità infatti passerà da Caltanissetta, la volontà di tutte le parti è di deliberare il tal senso». Durante la riunione, cartina del tracciato ferroviario siciliano alla mano, sono state date numerose rassicurazioni sul passaggio dell’alta velocità da Caltanissetta, o meglio da Xirbi. «Entro il mese di dicembre – ha detto ancora Miccichè – si riunirà il Comitato di Pilotaggio, presieduto dallo stesso Pizzo, che sarà chiamato a deliberare su una delle tre ipotesi in campo. L’orientamento comune è comunque è quello di deliberare nella direzione che prevede il passaggio da Caltanissetta intenzioni già espresse più volte anche in consessi pubblici dai vari componenti del Comitato».

paluSull’argomento è pure intervenuto l’on. Pagano: «Dopo il Consiglio comunale aperto di Caltanissetta di lunedì scorso, in cui il civico consesso all’unanimità ha deliberato che non possono essere escluse le province di Caltanissetta, Enna ed Agrigento dall’attraversamento della rete ferroviaria Catania-Palermo, la forza contrattuale è aumentata enormemente ed il ministro Lupi mi ha dato ampie rassicurazioni». Il parlamentare nisseno così ha continuato: «Il ministro è favorevole a questa soluzione e si è impegnato ancora di più garantendo che verrà a dare la notizia ufficiale alla comunità nissena».
Pagano ha comunque comunicato al ministro Lupi «che l’azione di sensibilizzazione nei confronti dell’opinione pubblica continuerà e che i consigli comunali del comprensorio saranno adeguatamente informati sull’evolversi della vicenda per avviare delle adeguate azioni politiche».

Read Full Post »

orol

“Un minuto più, un minuto meno” è una tremenda bestemmia svizzera?

zap&ida

 

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: