Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 10 novembre 2014

Il recupero del monastero approda all’Ars e il Paese delle Robbe si ricopre di vergogna

.

Interrogazione di Trizzino (M5S) e invito al Comune ad espropriare l’immobile pericolante

C. L.

.

san martinoMilena. La questione legata al recupero, alla salvaguardia e alla valorizzazione dello storico ex monastero di San Martino è approdata all’Assemblea regionale grazie all’iniziativa promossa dell’on. Giampiero Trizzino, presidente della IV Commissione “Ambiente e territorio” alla Regione Siciliana. Il deputato del Movimento Cinque Stelle, sollecitato dai rappresentanti del M5S di Milena, ha predisposto un’interrogazione urgente, invitando nel frattempo anche l’amministrazione comunale milocchese a procedere con un’espropriazione per pubblica utilità dello stabile.
«Si tratta di una struttura meravigliosa ma abbandonata, che in qualunque altro posto al mondo avrebbe rappresentato motivo di orgoglio e vanto, contenitore ideale per promuovere il turismo ed il territorio». Da qui l’idea del Movimento Cinque Stelle di Milena di far giungere il grido del popolo milocchese all’Assemblea regionale, attraverso la disponibilità del portavoce Trizzino. Quest’ultimo ha così anche invitato l’amministrazione di Milena a procedere con una espropriazione per pubblica utilità dello stabile.
«Auspichiamo un pronto intervento dell’Amministrazione comunale in tale direzione, affinché si possa innanzitutto espropriare San Martino, in modo da procedere spediti con le fasi burocratiche successive a livello regionale», ha rilevato il Movimento Cinque stelle di Milena.

Trizzino

L’on. Giampiero Trizzino

Nella lettera al sindaco Peppuccio Vitellaro, l’on. Trizzino ha sollecitato «la messa in atto della procedura di espropriazione dell’ex Convento; alla luce delle gravi condizioni di degrado in cui versa l’immobile, e considerando l’indubbio valore storico e culturale allo stesso riconosciuto, si ritiene che la procedura di espropriazione per pubblica utilità costituisca atto urgente che il comune di Milena deve, in tempi brevi, porre in essere al fine di avviare i lavori di restauro e manutenzione del monastero-fattoria di San Martino, considerando anche i pericoli per la pubblica incolumità che derivano dai continui crolli che interessano il manufatto».
In questo senso, l’on. Trizzino ha anche richiamato l’articolo 95 del Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, ” Codice dei beni culturali e del paesaggio”, secondo cui «l’espropriazione per pubblica utilità è consentita laddove risponda ad un importante interesse a migliorare le condizioni di tutela dei beni di interesse culturale».

Read Full Post »

images7U71A671La campagna vaccinazioni slitterà di un paio di settimane

Luigi Scivoli

.

Nella provincia di Caltanissetta l’inizio della vaccinazione antinfluenzale ed anti-pneumococcica per la stagione 2014-2015 avverrà in ritardo rispetto alla data prevista e comunicata dall’Azienda sanitaria provinciale per il 10 novembre.
Non c’è una data precisa, ma avverrà tra la fine di questo mese e l’inizio di dicembre. Potrà comunque essere anticipato di qualche giorno nei Comuni più «freddi», come quelli del Vallone, se la temperatura dovesse abbassarsi.
Il motivo del rinvio dell’inizio della vaccinazione è il solito: la copertura del vaccino è ristretta per cui è meglio spostare in avanti l’effettuazione della vaccinazione in modo da potere contrastare meglio l’influenza nei mesi più freddi quando ce ne sarà maggiormente bisogno.

Il dott. Ignazio Morgana

Il dott. Ignazio Morgana

È di questo avviso il presidente provinciale della federazione medici di famiglia Ignazio Morgana che ha già informato della decisione i medici di famiglia della provincia che anche quest’anno effettueranno la vaccinazione ai propri assistiti nei loro ambulatori.
«Faremo slittare grosso modo di 10 o 15 giorni l’inizio della vaccinazione – ha detto il dott. Morgana – perché le condizioni atmosferiche ce lo permettono dal momento che da noi non è ancora arrivato il freddo e non dovrebbe arrivare entro questo mese». E ha aggiunto: «La data dell’inizio della vaccinazione è comunque elastica nel senso che in caso di necessità o nel momento in cui dovesse arrivare un’ondata improvvisa di freddo, l’inizio sarà anticipato».
In ogni caso, comunque, e tenendo conto di queste considerazioni, i medici di famiglia non sono pronti per iniziare la vaccinazione giorno 10. «La maggior parte dei medici di famiglia della provincia – ha detto ancora il dott. Morgana – sta chiedendo soltanto ora all’Asp l’assegnazione delle dosi di vaccino da somministrare ai propri pazienti».

Read Full Post »

Dubbi… legali

avocavocado

L’avocado è un legale sud-americano?

zap&ida

Read Full Post »

imagesCAHC50MHPer aspera ad astra

 

(Camminando) tra le asperità (si va) verso le stelle

Read Full Post »

images0UF1HL0BImpegno di spesa per l’assistenza scolastica ai diversamente abili

.
L’amministrazione comunale, che anche per il nuovo anno scolastico 2014/2015, ha affidato l’incarico di assistenza ai diversamente abili a Scalia Giuseppina tramite apposito schema di convenzione, ha disposto l’impegno della spesa per consentire di coprire quelli che sono i costi previsti per il servizio.

L’impegno di spesa ammonta complessivamente a 5.900 euro.

monnezza--190x130Liquidate spettanze i sacchetti della raccolta differenziata

.
L’amministrazione comunale ha disposto la liquidazione e il pagamento alla ditta Imera Plast di Resuttano della somma a saldo riguardante la fornitura di 12 mila sacchetti per consentire la raccolta differenziata nel centro abitato.

La somma liquidata e pagata ammonta a 1.171,20 euro.

Read Full Post »

Pendolari, abbonamenti gratuiti dal Comune

G. L. P.

.

14928329_odissais-dei-pendolari-2Buone notizie per i pendolari di Marianopoli che ogni mattina si recano a Caltanissetta e a San Cataldo per frequentare le scuole superiori. Anche quest’anno, infatti, l’Amministrazione comunale è riuscita a garantire gli abbonamenti gratuiti per chi utilizza l’autobus.
Già all’indomani dell’approvazione dei bilancio in Consiglio comunale, infatti, il sindaco Carmelo Montagna e gli assessori al Bilancio e alla Pubblica Istruzione, Salvatore Noto e Maria Antonietta Vullo, hanno incaricato gli uffici competenti dei servizi scolastici di acquistare tutti gli abbonamenti necessari per gli studenti del proprio paese.
Quelli relativi al mese di novembre sono in distribuzione già da giovedì. Nei prossimi mesi, invece, le famiglie continueranno a ricevere i ticket validi per i restanti mesi dell’anno scolastico.

Carmelo Montagna

Carmelo Montagna

Per l’amministrazione di Marianopoli si tratta di un traguardo raggiunto con fatica perché, come spiegano sindaco e assessori, con il forte periodo di crisi in cui si sta vivendo, molti servizi non sono più così scontati. Diventa sempre più difficile, per i comuni, poterli assicurare.
“Ma noi abbiamo sempre mostrato sensibilità per problemi della vita quotidiana dei nostri cittadini – spiega Maria Antonietta Vullo. – E ancora una volta questa Amministrazione è riuscita, per il terzo anno consecutivo, a fornire servizi essenziali per il buon funzionamento della locale scuola, dall’avvio della refezione scolastica con prezzi molto bassi fino al servizio gratuito dello scuolabus e di trasporto per gli studenti pendolari. Se da un lato l’amministrazione è orgogliosa per l‘operato realizzato, dall’altro rimane grande l’amarezza nel prendere consapevolezza che la nostra piccola comunità sembra non capire che il nostro è uno dei pochi Comuni che riesce ancora a garantire dei servizi che, in altre realtà, è sempre più difficile far sopravvivere”.

Read Full Post »

Ti chiedo perdono

Ti chiedo perdono

.

poiesisArriverà inaspettata.
Tu, prepara il tuo vestito più bello.
È l’ultima festa, vorrei ci fossi.
Verrai là, per la tua decisiva facciata.

Il bianco delle ore carezza la fronte
copre i miei occhi, ogni solco
solleva un’andatura a cadenza ritmata
no, non è il cuore, è il tuo respiro
rigato da un pianto triste, e non per me.
Egoista resta un pensiero, verso sé, sé soltanto
la paura di una mancanza. Più in là dell’assenza.
Il bisogno è un pungente alleato, un pugnale
colpisce quando non lo aspetti, vile.
La terra chiama la polvere del mio ritorno
la mia liberazione, o la tua.

Arriverà inaspettata.
Tu, prepara il tuo vestito più bello.
È l’ultima festa, vorrei ci fossi.
Verrai là, per la tua decisiva facciata.

Non so sai? Non so se io potrò vederla
la carne non ha mai avuto un senso
forse ne avrà il momento dell’essere.
Ti chiedo perdono, non mi zittì la vita
e in te, non mi zittirà la morte, Né il Nume.
Per questo, solo per questo, aspetto un perdono
poiché non temo la sentenza di Dio, temo
ciò che mi riporterà infame alla terra
il giudizio degli uomini. Il peggiore.

Arriverà inaspettata.
Tu, prepara il tuo vestito più bello.
È l’ultima festa, vorrei ci fossi.
Verrai là, per la tua decisiva facciata
a fingere, ancora una volta

Read Full Post »

L’on. Palazzotto:

«Crocetta responsabile delle omissioni sull’inquinamento nelle miniere»

Carmelo Locurto

.

crocSerradifalco. E’ una denuncia politicamente forte, quella che il deputato del Sel, Erasmo Palazzotto, ha fatto al presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta in una sua lettera inviata anche agli assessori regionali al territorio e ambiente e all’agricoltura.

«Lei – ha scritto Palazzotto – è il primo responsabile politico di queste omissioni a partire dalla data della sua elezione, è responsabile di tenere l’Arpa regionale senza risorse e mezzi per fare gli studi, è responsabile delle parole al vento spese dai suoi assessori che, interessati della vicenda, hanno continuato nella loro inattività, è responsabile infine del suo disinteresse per questi siti minerari dismessi abbandonati ormai da anni».

Il deputato del Sel ha ricordato: «Gli ultimi governi regionali, compreso il suo, da anni sembrano aver dimenticato una parte della Sicilia che si trova, ironia della sorte, proprio nella sua provincia, Caltanissetta».

Palazzotto

Palazzotto

In particolare, facendo riferimento al Vallone e ai comuni di Serradifalco, Mussomeli e San Cataldo, il deputato di Sel ha ricordato che sono interessati dalla presenza sul loro territorio dei siti minerari dismessi di Bosco Palo1 e Bosco Palo2 che versano oggi in totale stato di abbandono e che sono stati oggetto di una recente indagine che ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati di tre dirigenti regionali.

L’on. Erasmo Palazzotto ha poi ricordato di aver promosso una iniziativa parlamentare con la quale, nel maggio dello scorso anno, ha chiesto al Governo Nazionale di intervenire urgentemente al fine di avviare le conseguenti attività di bonifica, valutando peraltro la possibilità di dichiarare l’area sito di interesse nazionale. Tuttavia, secondo Palazzotto: «anche su questo fronte sembra che a nessuno importi niente il futuro e la salute degli abitanti di questo territorio».

Una denuncia politica, la sua, che dunque non ha risparmiato nemmeno il Governo nazionale, considerato che l’on. Erasmo Palazzotto nel maggio del 2013 è stato il primo firmatario di una interrogazione a risposta scritta al Ministero del territorio e ambiente sui siti minerari dismessi di Bosco – Palo alla quale, finora, a distanza di circa 17 mesi, non è stata data alcuna risposta nonostante il sollecito dello stesso deputato nel novembre dello scorso anno in Parlamento.

miniere-bosco

Miniere Bosco

L’on. Palazzotto ha poi evidenziato: «certamente, fino a qualche tempo fa, queste potevano essere le illazioni di un parlamentare o amministratore locale che chiedeva di far luce su tutto questo. Certo, c’erano dalla parte delle nostre deduzioni le dichiarazioni di un pentito di Camorra che raccontava come la “Terra dei fuochi” riguardasse anche la Sicilia, c’erano le indagini su alcuni traffici di rifiuti intercettati nella zona delle miniere, c’erano le indagini in corso della Procura di Caltanissetta su questi traffici di rifiuti. Oggi siamo di fronte all’iscrizione nel registro degli indagati di tre dirigenti regionali perché viene accertato lo stato di pericolosità dell’area e quindi si creca di risalire alle responsabilità dirette».

L’on. Palazzotto, nel chiedere formalmente al presidente della Regione di intervenire con urgenza e tempestività rispetto alla messa in sicurezza ed alla bonifica dei siti minerari dismessi, ha poi concluso ribadendo quello che è il senso politico della sua denuncia sulla questione delle miniere dismesse: «Sarà compito della Magistratura accertare tali responsabilità sotto il profilo giudiziario, lei però è responsabile politicamente per la sua inattività e per avere permesso che tutto questo avvenisse senza fare nulla».

Read Full Post »

Laghetti rosa

Fenomeno laghi rosa

.

Uno dei fenomeni naturali più curiosi e sorprendenti è quello dei laghi rosa, laghi la cui acqua assume naturalmente un colore appunto rosa o rossastro.  Nel mondo ne sono presenti diversi.

Ecco un articolo motto dettagliato di TuttoGreen

Lo strano colore dell’acqua, in particolari periodi dell’anno, pare sia dovuto alla presenza di un’alga, la Dunaliella salina e di un batterio l’ Halobacterium cutirubrum. I raggi del sole permettono poi alla superficie dell’acqua di variare l’intensità della colorazione, con sfumature più chiare o più scure a seconda dell’ora del giorno.

 

 

(altro…)

Read Full Post »

Marino il sindaco che non paga le multe

.

marinoRicordate la Fiat Panda Rossa del sindaco Marino, parcheggiata in zona riservata al Senato. Il sindaco la lasciò parcheggiata lì alcuni mesi fa, apparentemente dimenticata, al punto che le sue foto finirono su tutti i giornali. Marino, infatti, non era più senatore.

Ebbene, oggi quella Panda torna protagonista, perchè in seguito all’ingresso nella Ztl a Ignazio Marino sarebbero state comminate dieci multe, otto delle quali non risultano pagate. Infrazioni da 80 euro ciascuna, per un totale di 640 euro. Ma un sindaco, secondo il Testo unico enti locali, non può avere una lite pendente con il Comune che guida, pena la decadenza.

E il caso è finito in Parlamento, oggetto di una interrogazione parlamentare di Andrea Augello, senatore dell’Ncd. La Panda, invece, era stata spostata in seguito alla raccolta di una trentina di firme di senatori (Pd escluso).
Risulterebbe, infatti, che il sindaco, con la sua Panda, abbia preso otto multe ai varchi elettronici della Ztl perché, per due mesi, il suo permesso non era valido. Il periodo temporale va dal 23 giugno al 21 agosto 2014, quello che passa tra la scadenza del vecchio contrassegno e l’inizio di validità del nuovo. Le otto contravvenzioni del 26 e 28 giugno, oltre a quelle del 3, 4, 11, 21 e due del 25 luglio, non risulterebbero pagate. Su queste, come riporta il Corriere della Sera, è applicato un codice che si usa se un cittadino fa ricorso al prefetto o al Giudice di pace. Ma un sindaco, secondo il Tuel (Testo unico enti locali), non può avere una “lite pendente” col Comune che guida, pena la sua decadenza.
Augello, nell’interrogazione riportata dal Corriere, ipotizza: “Evidentemente le contravvenzioni sono state bloccate d’ufficio dall’amministrazione comunale, sanando i due mesi di mancato rinnovo del permesso come se si trattasse di un errore del Comune e non di una ritardata richiesta del titolo del beneficiario”.

.
L’assurda storia delle multe a Marino

.

La-faccenda-delle-multe-a-MarinoIl sindaco di Roma è stato accusato di non avere pagato delle multe prese per essere entrato nella ZTL senza autorizzazione: lui ha raccontato la sua versione in un video su Facebook

Sabato 8 novembre il sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha pubblicato su Facebook un video di cui si sta discutendo parecchio: nel video, Marino fa vedere due documenti che a detta sua dimostrano che il sistema che regola i permessi per l’ingresso nella ZTL di Roma ha subito un attacco informatico. L’attacco, continua Marino, è servito a rimuovere dal sistema la prova che tra il giugno e l’ottobre di quest’anno l’automobile del sindaco era autorizzata a circolare nella ZTL. In quel periodo, Marino ha ricevuto otto multe per essere entrato senza permesso nella ZTL. Il fatto che queste multe non siano state pagate è diventato oggetto di un’interrogazione parlamentare e di diversi articoli di giornale.

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: