Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 13 settembre 2014

mtasiApprovate le aliquote Tasi e Iuc ma è scontro in Consiglio comunale

c.l.

.

Approvati a maggioranza le aliquote della Tasi e il regolamento comunale della Iuc, mentre all’unanimità sono stati approvati i provvedimenti riguardanti il Regolamento sul procedimento amministrativo e sul diritto di accesso ai documenti amministrativi e lo Schema di convenzione per il servizio di tesoreria e di cassa.

imagesVZD7JA53In particolare, la proposta approvata per quanto riguarda la definizione delle aliquote della Tasi 2014 prevede di applicare per l’anno di esercizio 2014 l’aliquota unica Tasi nella misura dello 0,2 %.

E dispone la riduzione dell’aliquota unica Tasi determinata nella misura del 30% in favore delle unità immobiliari che risultano occupate da unica persona fisica, solo stagionalmente, occupate da cittadini che abbiano residenza all’estero.

La minoranza invece aveva proposto, tramite apposito emendamento, l’azzeramento delle aliquote considerata la situazione di forte crisi che investe attualmente le famiglie. L’emendamento dell’opposizione è stato bocciato a maggioranza, mentre la definizione delle nuove aliquote è stata approvata a maggioranza.

Il capogruppo di minoranza Gioacchino Palumbo, nell’annunciare voto negativo al provvedimento, ha rilevato: «Il nostro gruppo non è stato coinvolto nella stesura del regolamento; contestiamo ancora una volta la volontà della maggioranza di non coinvolgere la minoranza non consentendole di esprimere il proprio punto di vista su problematiche di un certo interesse per la nostra comunità».

Per la maggioranza è intervenuto Claudio Cipolla: «Di regolamento Iuc si parla dall’inizio dell’anno e rispecchia i regolamenti esistenti».

Pubblicità

Read Full Post »

Il vice sindaco Bufalino: “Contiamo di incrementarne i consumi”.

.

montedoro-casa-dellacqua-inaugurazione-300x225E’ positivo il bilancio che il vice sindaco Renzo Bufalino ha fatto a distanza di un mese dall’istituzione della Casa dell’Acqua in Piazza Europa.

La Casa dell’Acqua è una struttura realizzata dalla “Eco.Bio.Geo S.r.l.s” di Palermo in collaborazione con Cillichemie di Milano. L’acqua viene erogata 24 ore su 24, è refrigerata, filtrata, igienizzata e disponibile anche in versione gasata al costo di 5 centesimi al litro.

Un risparmio non indifferente per le famiglie montedoresi che hanno la possibilità di acquistare l’acqua ad un costo inferiore rispetto a quello di chi l’acquista nelle normali rivendite.

Finora il bilancio del primo mese parla di 430 litri di acqua al giorno, 6500 bottiglie di plastica evitate e 2 mila euro risparmiati. Un primo bilancio incoraggiante.

Il vice sindaco Renzo Bufalino ha commentato: “Con la Casa dell’Acqua i vantaggi sono tanti per i cittadini che possono prendere l’acqua a qualunque ora del giorno; certe volte c’è anche la fila per accedervi, segno che l’iniziativa sta funzionando”.

Per altro, considerato che a Montedoro gli abitanti sono 1600, si può dire che teoricamente un abitante su quattro beve almeno un litro di acqua attingendolo dalla Casa dell’acqua di Piazza Europa. “E’ una media che contiamo di incrementare ulteriormente” ha insistito il vice sindaco che ha anche auspicato che anche altri Comuni possano procedere alla collocazione di case dell’acqua che consentano ai cittadini di risparmiare sul costo medio dell’acqua che, a famiglia, sarebbe di non meno di 250 -300 euro l’anno.

Read Full Post »

Grande successo della sesta edizione de «Il paese delle robbe»

Premiazione al parco urbano del concorso di poesie

Carmelo Locurto

.

Per una sera Milena è diventata il paese della poesia. La cerimonia di premiazione della sesta edizione del concorso di poesia “Il paese delle robbe”, svoltasi nel suggestivo scenario del Parco urbano Sandro Pertini, ha fatto registrare l’ennesimo successo di una manifestazione che, con gli anni, è molto cresciuta.
LaICL050052520140909CLA premiare sono stati, oltre al sindaco Peppuccio Vitellaro e al vice sindaco Enzo Nicastro, anche i componenti della Giuria del premio, e cioè Gaetana Cusimano, Celestino Saia, Giuseppe Bellanca, Carmelo Vitellaro e Gerlando Geraci.
Per la sezione in lingua italiana, nella categoria Ragazzi s’è imposta Morena Lo Stimolo di Riesi, mentre al secondo posto s’è piazzata Valentina Campanella di Racalmuto. Nella sezione Giovani invece al primo posto s’è piazzato Giuseppe Pappalardo di Sommatino, seguito da Maria Grazia Nuara di Vallelunga. Nella sezione adulti, il nisseno Francesco Piscopo ha vinto il primo premio precedendo Lorenzo Peritore di Licata.
Per quanto attiene la sezione in vernacolo siciliano, nella categoria Ragazzi s’è imposta Dalila Maria Lo Grasso di Riesi su Flavia Fatima Manta di Racalmuto. Nella sezione Giovani la vittoria è andata a Barbaro Andrea Galizia di San Cataldo su Chiara Corinne Amico di Caltanissetta. Nella sezione adulti, vittoria per Francesco Billeci di Borgetto che ha preceduto Giuseppe Sammartano di Paternò con la poesia “Stanotte mi sunnai”.
A tutti i partecipanti è stata anche donata una copia dell’antologia delle poesie che hanno preso parte all’edizione 2013.

Read Full Post »

Foto con gelato: ecco i nomi

I bambini di una volta contenti con poco

Milena anni 60, il giovane gelataio Antonio Di Marco girava in lambretta,  eccolo circondato dai bambini delle case popolari di via Matteotti

Milena anni 60, il giovane gelataio Antonio Di Marco in estate girava il paese in lambretta e trombetta. Eccolo qui circondato dai bambini residenti in via Matteotti / da sinistra (?) , Giuseppe Nola (?) , Antonio di Marco (il gelataio) / Enzo Mulé, Giuseppe Ferlisi, Carmelo Mattina, Maurizio Mulé, Paolino Ferlisi, Menucci Falletta di Delio / Menuccia Falleetta di Benito, Maria Giovanna Mattina

 

Read Full Post »

Recuperiamo il portale di San Martino, fino a quanto è ancora possibile e per quel che vale

Salvatore Ferlisi

.

san martino primaDa diverso tempo, il blog “ Milocca “ , noto in paese, per il suo sincero ed incondizionato sostegno all’azione amministrativa del Sindaco e della sua Giunta, sta portando avanti , la proposta illustrata pure in Consiglio Comunale, dai suoi epigoni, di restaurazione e rivalutazione del villaggio di San Martino.

Come tutti sanno, questo villaggio è stato abbandonato, definitivamente, dai suoi residenti da oltre un ventennio. Tutti i manufatti edili ivi ubicati, oggi, non sono altro che macerie. Occorrerebbe una ordinanza sindacale per interdire l’accesso a tutti, per impedire che qualche curioso distratto si possa fare del male.

Certamente l’idea di salvare tutto il villaggio è grandiosa: ma qualcuno dovrebbe spiegare come fare. Come convincere i proprietari dei ruderi a restaurare quelle che un tempo erano le case dei loro antenati ? Con quali capitali ? Si potrebbe pensare di salvare quello che un tempo era il monastero: ma anche in questo caso bisognerebbe acquisire il sito e poi successivamente procedere al restauro. Possiamo permetterci questa spesa ?

sm travi2Una cosa a mio modo di vedere potrebbe essere fattibile.

Si potrebbero recuperare tutti i singoli pezzi del portale, unico elemento di un certo pregio ed interesse, per ricollocarlo al centro del paese, al posto di quel simulacro di fontana, rimontato con il concorso e la supervisione dei tecnici della soprintendenza di Caltanissetta ed il nulla/osta del competente Assessorato Regionale, all’interno di una teca in vetro infrangibile con relativa illuminazione interna.

E’ una proposta, a mio parere fattibile, che non rimanda alle calende greche.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: