Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 11 settembre 2014

milena1

Un milione dopo l’altro e siamo arrivati a 6 milioni di visitatori

un mill

Ecco le nazioni da dove si è collegato il 5° milione di visitatori

(in bianco le nazioni non raggiunte da Milocca – Milena Libera)

Pubblicità

Read Full Post »

imagesislFANATICI ALL’ATTACCO

Rolando Spinelli

.

I fanatici islamici stanno pensando di portare la guerra santa in Europa, promettono di fare diventare islamico anche il Vaticano.

Invito a meditare tutti quanti in merito al pericolo immenso che un eventuale Vaticano islamico potrebbe rappresentare per il nostro immenso patrimonio artistico, praticamente tutto di ispirazione religiosa.

imagesBI3FQXGKIl rischio è che si ripeta quello che fu il rogo della Biblioteca di Alessandria per gentile confessione del califfo Omar.

La sua teoria era che in quei libri o ci sono cose già presenti nel Corano o ci sono cose che del Corano non fanno parte: se sono presenti nel Corano sono inutili, se non sono presenti allora sono dannose e vanno distrutte.

11 Settembre 2001

Noi non dimentichiamo

 

 

Read Full Post »

ccFollia a Roma, un clochard tedesco assale i carabinieri: coltellate e martellate, 4 feriti

.

Un colonnello dei carabinieri, due sottufficiali dell’Arma e un altro agente sono stati accoltellati nel pomeriggio di mercoledì 10 settembre in piazza della Libertà, al centralissimo quartiere Prati di Roma, da una persona che è poi stata arrestata. I militari- due sono stati trasportati all’ospedale San Carlo e due al Santo Spirito – hanno ferite ad un fianco, ad una gamba, ad un braccio. Nessuno è in pericolo di vita, ma uno ha una ferita grave all’addome.

L’autore del folle gesto è stato arrestato e portato in caserma: si tratta di un clochard di origine tedesca, un soggetto noto nel quartiere, ritenuto uno squilibrato. I carabinieri sono intervenuti dopo che alcuni passanti hanno visto l’uomo aggirarsi armato di martello e coltello in via Cola di Rienzo: dopo la segnalazione al 112 è intervenuta una pattuglia, e alla vista dei militari l’uomo ha dato in escandescenze lanciandosi contro di loro e ferendone quattro.

Read Full Post »

Entrambi di buona famiglia, si sono ritrovati i carabinieri a casa: choccati i familiari

Fidanzatini accusati di una rapina e tre scippi

Daniela Vinci

.

illustrazione di Totò Calì

illustrazione di Totò Calì

Da studenti, entrambi di famiglie perbene e benestanti, a “ragazzi terribili” ora alla ribalta per scippi e rapine. Sono stati ribattezzati “Bonnie e Clyde” i due fidanzatini di Gela arrestati ieri l’altro dai carabinieri dopo avere terrorizzato con le loro scorribande. Nelle loro grinfie sono finite quattro donne, divenute vittime mentre passeggiavano in centro. Azioni delinqueziali consumate forse per gioco, per sfida o per dimostrare coraggio e determinazione in una società bombardata da messaggi sovente fatti di vuoto.
Cresciuti in contesti familiari sereni, con genitori che hanno garantito loro il benessere, i due sono ancora poco più che bambini – 14 anni lei, 16 lui – e già con un’esperienza forte, come quella del carcere, che li segnerà per sempre. Sono accusati di tre scippi e di una rapina consumati tra aprile e luglio. “Colpi” che la ragazzina avrebbe iniziato a compiere tra la preparazione di una tesina ed il ripasso di tutte le discipline scolastiche in vista degli esami di terza media. Il suo “battesimo” nel mondo del crimine è stata la rapina ai danni di una 48enne.
I due fidanzatini avevano studiato un piano d’azione che, a loro modo di pensare, sarebbe stato infallibile. Per le vie cittadine scorrazzavano su uno scooter nero fiammante guidato dal 16enne. La sua lei – risultata dalle indagini dei carabinieri del reparto territoriale di Gela – il suo braccio operativo, sedeva dietro. Individuata la vittima, era lei ad agire. E, in un’occasione, con violenza: nel pomeriggio del 29 aprile quando rapinarono la 48enne, la vittima tentò di opporsi ai fidanzatini, ma fu strattonata a terra e trascinata per alcuni metri, procurandosi una lussazione alla spalla. Della rapina risponderà solo il ragazzino; “Bonnie” la farà franca perché all’epoca dei fatti non aveva ancora compiuto 14 anni e dunque non è imputatabile.
Insieme i due risponderanno, invece, di 3 scippi conpiuti il 3 maggio, il 21 giugno ed il 3 luglio scorsi con identiche modalità. I due nelle vie del centro storico sono stati ripresi dalla telecamere del sistema di videosorveglianza e da quelle di alcuni negozi che li hanno “inchiodati”. Quando ieri mattina i carabinieri hanno bussato alle porte delle loro abitazioni per notificare gli ordini d’arresto spiccati dal Gip del Tribunale dei Minori di Caltanissetta, i familiari dei due teenager sono rimasti di stucco: increduli e sotto choc, si sono sciolti in lacrime.
I due fidanzatini, smarriti, non hanno saputo giustificare il possesso di 4 telefonini trovati nelle loro abitazioni durante le perquisizioni: apparecchi che apparterrebbero alle loro vittime delle loro scorribande. Carnefici nel segno della “spacconeria” ma nello stesso tempo vittime del disagio, i due fidanzatini si apprestano ora a fronteggiare la legge.

Read Full Post »

Ci lasciano il buco

10514658_755785554465083_7473960905946256967_n

Read Full Post »

La Rete degli studenti dà il via al mercatino dei libri usati

G. D. N.

.

LaICL020102020140910CLPer il terzo anno consecutivo i ragazzi della Rete degli studenti, hanno organizzato il mercatino del libro usato, per sostenere le famiglie dall’onerosa spesa dei libri di testo.
La novità di quest’anno, è il programma per computer, realizzato da Riccardo Zaccone, che permette di inserire in un archivio multimediale tutti i titoli dei libri di testo delle scuole superiori della città, così da facilitare la ricerca e le richieste di tutti, nel modo più semplice possibile.
I responsabili e gestori dell’iniziativa sono Costanza Lomaglio, Giulia Impero, Flavio Lombardo, Marta Bunoni, Valentina Lomaglio, Luca Tamburino, Raimondo Stagno e sono coadiuvati da tanti ragazzi volenterosi, che offrono il loro tempo a questa causa.
I libri che vengono portati al mercatino sono acquistati col 50 % e vengono venduti col 45% di sconto, così i ragazzi trattengono una piccola percentuale, che usano per le spese di gestione.
La sede si trova in via Don Minzoni 191 ed è aperta di mattina dalle 10 alle 13 e di pomeriggio dalle 16 alle 19. Molti genitori vedono di buon occhio questa iniziativa, dicono sia utile e funzionale, infatti una famiglia con due figli iscritti a scuola superiore, che dovrebbe spendere mediamente cinquecento euro, può benissimo arrivare a risparmiare almeno la metà.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: