Buttafuoco e sullo schermo Battiato, illustre vittima di Crocetta che prima l'ha usato cpme specchietto per le allodole

In primo piano Buttafuoco . Sullo schermo Battiato, illustre vittima di Crocetta che prima lo ha usato come specchietto per le allodole e poi scaricato perchè aveva detto la verità sul Parlamento diventato un puttanaio.

Ha creato un vero e proprio hashtag in perfetto stile social network. Ed infatti più che un articolo quello Pietrangelo Buttafuoco sul Foglio di stamani è scritto come un tweet. Un articolo scritto con tutti i crismi e carismi da social network ad eccezione della lunghezza.

Buttafuoco si rivolge al premier Matteo Renzi e lo fa con lo stile tipico proprio dei social network (@matteorenzi). La sua richiesta al nuovo presidente del Consiglio riguarda la Sicilia ormai allo stremo e per far questo lancia l’hashtag #rottamailrottamecrocetta. “Sig. presidente del Consiglio – scrive Buttafuoco – non mi risponderà, lo so, ma mi auguro che ciò che adesso sta leggendo qui – non so se considerarlo un appello, un avviso… chiederò, comunque, a un amico comune di recapitarglielo – possa tornarle a mente quando tutto, in Sicilia, sarà irrimediabilmente finito”.

imagesHBXP4LNMButtafuoco lascia trasparire la sua preoccupazione per la Sicilia e si preoccupa anche di non apparire come colui che cerca di far litigare i compagni di partito Crocetta e Renzi ” Non voglio seminare zizzania – continua – nel ricordarle che il suo partito, oggi, perdendoci la faccia, risulta complice della peggiore giunta di governo mai vista a Palermo dai tempi dell’Invasione americana; neppure sto qui a sottolineare il fatto che l’attuale governatore, il pittoresco Rosario Crocetta, col suo Megafono (la sua lista personale) le sta prosciugando il partito. E’ un tema, questo, secondario”. Ma i suoi giudizi sono quantomeno severi “Mi preme farle sapere che la Sicilia – nelle mani di questo irresponsabile, tutto chiacchiere e interviste – è prossima al fallimento. Faccia qualcosa, @matteorenzi. Intanto s’informi, si procuri la verità delle cose, si faccia raccontare – per esempio – la farsa dello scioglimento delle province”.

Buttafuoco non si fida neanche dei renziani di Sicilia o degli uomini che definisce “piritolli dell’antimafia glamour” ed invita il presidente del consiglio ad informarsi non tramite i suoi ma usando le prefetture “Dopo di che, proceda al commissariamento. Svuoti l’ente regione, abolisca l’autonomia regionale, in Sicilia è solo un pretesto di eterna razzia, e faccia tabula rasa”. Ed è alla fine che arriva l’hashtag “Faccia sul serio, Renzi. Rottami il rottame Crocetta, porti in salvo la Sicilia. Vedrà che salvare l’Italia, al confronto, sarà una passeggiata. #rottamilrottamecrocetta”