Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 27 febbraio 2014

E alla fine arrivò l’urgenza

Lavori di somma urgenza alla ditta Antinoro

Palo storto di via Rimembranza

Palo storto di via Rimembranza

.

Vi ricordate dei due pali pericolanti e pericolosi per la pubblica incolumità?

Il primo palo è stato attortato, a quanto si dice in giro, da una improvvida memoria di un atomobilista rimasto ignoto da più di un anno;  si trova in via Rimembranza proprio di fronte lo studio dell’avv. Ferlisi.

Il secondo palo si trova a ridosso del campo sportivo, proprio a due passi dalla caserma. Resta in piedi legato ad una corda. E’ stato colpito e storto da un pino cadutogli sopra a causa di una tempesta di vento la notte del Natale passato.

Della pericolosità di entrambi i pali MML ha informato la popolazione e gli amministratori più distratti in due articoli:

Adesso qualcosa si è smosso.

Palo storto di corso Nenni

Palo storto di corso Nenni

Il 10 febbraio c’è stato un sopralluogo dell’Ufficio Tecnico che ha attestato la necessità di intervenire con urgenza alla  sostituzione di due pali della pubblica illuminazione: è stato anche fatto il preventivo di spesa sommaria per €. 2.205,76.

Il sindaco a questo punto autorizza il responsabile del servizio Magro Salvatore a procedere alla somma urgenza, nella considerazione che il danno cagiona condizioni pregiudiziali per la sicurezza e l’incolumità pubblica.

Il 21 febbraio il Responsabile del servizio Magro Salvatore interpella la ditta Antinoro Antonino di Milena, la quale, dopo aver visto i luoghi dei lavori e visionato il preventivo di spesa, ha dichiarato l’immediata disponibilità all’intervento, accettando le condizioni proposte nonché la somma complessiva stabilita di €.2.205,76 (di cui imponibile €.1.808,00 e €.397,76 per IVA al 22%).

La liquidazione dell’intervento avverrà previo consuntivo di presa, presentazione fattura della ditta esecutrice,  richiesta di regolarità contributiva (DURC),  e regolarizzazione dell’intervento da parte dell’Ufficio.

LEGGI LA DELIBERA INTEGRALE

(altro…)

Pubblicità

Read Full Post »

1962686_10201406414549339_275723173_n

Read Full Post »

Grillo nano divora grillini

M5s nel caos: Grillo espelle 4 senatori, 16 verso la scissione

Giampiero Di Santo e Franco Adriano

espulsiPrecipita nel caos il Movimento 5 Stelle. Dopo una lunga assemblea dai toni concitati, all’una di notte i parlamentari 5 stelle hanno votato a favore dell’espulsione dei quattro senatori dissidenti Luis Alberto Orellana, Francesco Campanella, Fabrizio Bocchino e Lorenzo Battista. Ma come prevede il regolamento, l’ultima parola l’ha detta la Rete nel tardo pomeriggio di oggi.

E Il risultato della consultazione on line degli attivisti, pubblicato sul sito Beppegrillo.it, è netto: “Hanno partecipato alla votazione 43.368 iscritti certificati. 29.883 hanno votato per ratificare la delibera di espulsione. 13.485 hanno votato contro”.

Un verdetto netto nei numeri della Rete, ma che ha davvero certificato la spaccatura completa del M5S. Non soltanto perché nell corso del’assemblea notturna la decisione votata a maggioranza da deputati e senatori M5S si era conclusa con 73 sì, 35 no e 11 astenuti per l’espulsione di Battista; 67 sì, 30 no e 13 astenuti per quella di Bocchino; 70 sì, 35 no e 9 astenuti per l’espulsione di Orellana e infine 77 sì, 33 no e 11 astenuti per la ‘cacciata’ di Campanella. Ma anche e soprattutto perché dopo la conferma del verdetto da parte dei militanti in rete, i quattro si sono detti pronti a rassegnare le dimissioni da senatori e si sono riuniti con altri cinque colleghi pronti a rassegnare le dimisioni, in contemporanea con la riunione del gruppo per così dire ufficiale del M5S. Mentre il deputato Alessio Tacconi ha annunciato:  “Esco dal gruppo dei 5 Stelle alla camera e con me ci sono altri cinque deputati”.

Insomma, una scissione in piena regola, con 16 parlamentari pronti a lasciare tra lacrime, accuse reciproche e lancio dell’epiteto “fascisti” da parte dei dissidenti costretti a uscire all’indirizzo di Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio. Addirittura alcuni parlamentari hanno denunciato la falsità delle proprie firme apposte sulle mozioni di sfiducia individuali presentate oggi  dal M5S al senato nei confronti dei ministri del lavoro e dello Sviluppo economico Giuliano Poletti e Federica Guidi.

Il Post di Grillo contro i dissidenti

imagesCARJ2VF4Dopo l’assemblea Beppe Grillo aveva lanciato sul suo blog il referendum tra gli iscritti che avrebbero dovuto decidere se confermare o meno la decisione dei parlamentari.

“Dopo svariate segnalazioni dal territorio di ragazzi, di attivisti, che ci dicevano che i 4 senatori Battista, Bocchino, Campanella e Orellana si vedevano poco e male – scrive Grillo – i parlamentari del M5S hanno fatto un’assemblea congiunta decidendo l`espulsione dei suddetti senatori”. “A me dispiace – confessa il comico genovese – perché in fondo non c`è niente di drammatico, però non sono più in sintonia con il MoVimento: ‘fate alleanze …perché non ha fatto alleanze con Letta … perché non fate’. Tutte persone che sul palco quando c`ero io dicevano esattamente il contrario, dicevano: ‘a casa tutti’, facevano degli olà che fulminavano. Sono cambiati, si cambia, non è mica detto. Si terranno tutto lo stipendio, 20.000 euro al mese fanno comodo, capisco anche quello.

(altro…)

Read Full Post »

Paolo Tona per Don Bosco

Cmp-don-boscoresce il movimento politico Don Bosco

.

Le idee del nuovo movimento ispirato a San Giovanni Bosco, che ha intenzione di esordire alle prossime elezioni europee, sono state illustrate dal nostro concittadino dott. Paolo Ivan Tona in un’intervista su Teleacras.

L’emittente televisiva agrigentina manderà in onda l’intervista alle 15, con repliche alle 18 e alle 20,18.

teleacras

http://www.teleacras.com/home_02/index.php?option=com_wrapper&Itemid=468

Read Full Post »

Giulia Scroppo ha solo 14 anni ma una voce d’oro

Rino Pitanza

.

Giulia Scroppo

Giulia Scroppo

Una “vocal talent” che compirà 14 anni tra un mese, una delle voci più promettenti della provincia di Caltanissetta in materia di musica.

Giulia Scroppo di Campofranco frequenta l’ultimo anno della scuola media e, oltre allo studio, si dedica anima e corpo alla sua passione, quel canto che l’accompagna in ogni istante della sua giornata. Fa parte anche del gruppo teatrale “Madre Teresa di Calcutta” di Campofranco ed insieme ai suoi amici porta il musical a sfondo religioso in tutte le piazze siciliane e non solo.

Ora sarà la protagonista della trasmissione televisiva «Un artista in famiglia» che sarà trasmessa anche dalla televisione tedesca e dove Giulia canterà e parlerà della sua vita artistica, insieme ai genitori, alla cugina Flavia Lo Piparo, all’amica del cuore Eleonora Lo Piparo e al regista del gruppo musical Pino Giambrone.

Soddisfatti, ovviamente, papà Giuseppe carabiniere e mamma Rina Di Carlo insegnante, con i fratelli Mattia 17 anni e Luca di 11, tutti insieme si augurano che “Giulia riesca a realizzare i propri sogni, anche se è difficile, l’importante è crederci e continuare a studiare, e non solo musica e canto”. E lei, Giulia Scroppo, continua con la sua vita di sempre, dividendosi tra la scuola, lo studio di musica e canto e gli amici.

Read Full Post »

Politica urbanistica, edilizia popolare, rifiuti tra gli interessi dei clan

«Le cosche non vanno mai dove c’è povertà»

Lino Lacagnina
.
LaICL040012820140226CL

alla Prefettura

Doveva essere una visita di cortesia, tale da fare ipotizzare allo stesso presidente della Commissione antimafia dell’Ars Nello Musumeci un tempo di attesa (per i giornalisti) di 20 minuti. Invece l’incontro con il prefetto di Caltanissetta, Carmine Valente, al quale hanno partecipato pure i due deputati regionali nisseni Gianluca Miccichè (che è vicepresidente della Commissione presieduta da Musumeci) e Giancarlo Cancelleri, si è protratto per quasi un’ora, per cui sicuramente sono stati molteplici (e, chissà, anche delicati) gli argomenti trattati nel corso del colloquio che si è tenuto ieri mattina nel Palazzo della Prefettura di Caltanissetta.
Lo scambio di idee ha avuto come preambolo la disponibilità reciproca a lavorare in sinergia, nel rispetto ovviamente delle rispettive competenze ed autonomia. «C’è parecchio lavoro da fare- ha detto alla fine l’on. Musimeci – abbiamo individuato gli obiettivi sui quali focalizzare la nostra attenzione, e già dalle prossime giornate apriremo un paio di istruttorie per verificare se esistono contiguità tra gli organi regionali e i poteri mafiosi o criminali in generale. In questo senso, la nostra attenzione spazierà su tutto il territorio provinciale senza escludere nulla, ma anche senza drammatizzare. Sappiamo dove mettere le mani, nello specifico la politica urbanistica, quella riguardante gli alloggi popolari, i rifiuti, tutti temi e obiettivi ai quali punta la criminalità organizzata. La mafia non va mai dove c’è povertà, punta sempre sulle zone ricche, sui grandi affari e sui business. Noi abbiamo il dovere di capire se la Pubblica amministrazione ha lavorato correttamente».

LaICL0401a2820140226CL

al Liceo Classico «Ruggero Settimo»

A proposito dei rifiuti, Musumeci ha aggiunto: «Abbiamo già aperto un’istruttoria sulla politica dei rifiuti, delle discariche pubbliche e private, e abbiamo già ascoltato un paio di volte l’assessore Marino. Altro settore sensibile del quale si sta occupando Cancelleri nella sua qualità di deputato è quello dei rifiuti speciali, che secondo alcune dichiarazioni di pentiti potrebbero avere avuto nel Nisseno un luogo di riferimento. La nostra Commissione ha potere di indagine relativamente alle Amministrazioni pubbliche regionali, quindi enti regionali o sottoposti al controllo della Regione, Asi, aziende partecipate. Le nostre indagini vengono svolte anche con l’ausilio di audizioni con funzionari, vertici, manager, uomini che comunque, in funzione del proprio ruolo, possono avere diretta conoscenza di fatti da verificare. In questa direzione ci muoveremo nelle prossime settimane anche per quanto riguarda le priorità della provincia di Caltanissetta».

(altro…)

Read Full Post »

Benemerenza civica ai fratelli Mancuso

.

I fratelli Mancuso con Nonò Salomone

I fratelli Enzo e Lorenzo Mancuso con Nonò Salomone

Conferita la benemerenza civica di “Cittadino Benemerito” di Sutera ai fratelli Mancuso. La Giunta comunale guidata dal sindaco Giuseppe Grizzanti, ha assegnato la benemerenza ai Fratelli Enzo e Lorenzo Mancuso, originari di Sutera, con la seguente motivazione:

“Per avere elaborato un percorso musicale e poetico che affonda le sue radici nella cultura della nostra terra e che, ispirata a sentimenti, memorie e tradizioni locali, si è via via allargata ad accogliere altre esperienze dei popoli mediterranei, dando vita a composizioni originali in grado di infondere forti emozioni e suggestioni”.

c71fd534850869fd13f91e0993d9dddb_LLa delibera della Giunta ha confermato il parere consultivo della Commissione per la concessione delle civiche benemerenze formata dall’architetto Pino Chiparo, dal dirigente scolastico Nino Pardi e dal professore Mario Tona.

Il conferimento ufficiale avverrà il primo marzo, dopo la proiezione di un documentario sulla vita artistica dei fratelli Mancuso, mentre il 28 febbraio si terrà la proiezione del film “Via Castellana Bandiera” di Emma Dante, della cui colonna sonora i fratelli Lorenzo ed Enzo Mancuso sono stati autori ed esecutori, vincendo il premio come migliore colonna sonora al festival di Venezia. Emigrati a Londra negli anni ‘70, ora vivono in Umbria, a Città della Pieve

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: