Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 19 ottobre 2013

Un giudice di pace ha emesso una sentenza che farà discutere:

i vigili non possono multare chi circola su autostrade, statali e provinciali.

Polizie locali: niente multe se l’autovelox è sulla statale

Autore: Redazione

.

Vigile imboscato mentre tende un agguato

Il sacerdote multato non ha chiesto aiuto ai numi celesti, ma alla legge. E l’ha spuntata.

Eraldo Pittori, un prete maceratese di 68 anni, nel maggio 2011 s’era beccato una sanzione per eccesso di velocità mentre guidava la sua Audi A4.

Nel tratto della Strada Statale 77 “Val di Chienti” tra Pontelatrava e Sfercia, dove il religioso sfrecciava a 110 km/h, il limite è infatti di 90 km/h. Inevitabile la multa di 137 euro per don Pittori, al quale la Polizia Municipale di Camerino, che aveva collocato l’Autovelox sulla statale, ha anche decurtato due punti dalla patente.

VIGILI, MULTE SOLO IN CITTÀ

vigili32Ma il battagliero ex-cappellano militare non s’è dato per vinto e ha chiesto l’aiuto dell’avvocato Francesca Viti, che non ha minimamente pensato di contestare la contravvenzione sulla base di cavilli quali omologazioni dell’Autovelox mancanti o altre questioni tecniche. La sua strategia, molto più semplicemente, s’è basata sull’interpretazione del Codice della Strada e, soprattutto, su una sentenza della Corte di Cassazione, la n. 5771/2008, che ha stabilito che dalla competenza delle polizia municipali sono escluse le autostrade, la strade statali e quelle provinciali. Insomma, secondo la Suprema Corte, su tali arterie gli agenti non possono elevare contravvenzioni, che sono invece riservate ai loro colleghi della Polstrada.

Il giudice di pace di Camerino (Macerata), Alberto Casadidio, ha accolto in pieno la tesi del legale è ha dichiarato illegittima la sanzione.

AUTOMOBILISTI E AMMINISTRAZIONI IN ATTESA

La decisione del giudice di pace, però, apre la strada a una valanga di ricorsi da parte di automobilisti multati con le stesse modalità dagli agenti delle polizie locali. Forse anche per questo il comune di Camerino, affermano che in realtà gli agenti hanno fatto il loro dovere, ha deciso di ricorrere a sua volta contro la sentenza, affidando la sua difesa a suo legale, Luciano Birocco. Vedremo come andrà a finire una controversia che, non dubitiamo, verrà seguita con molta attenzione sia dagli automobilisti, sia dalle amministrazioni locali.

autovelox

Read Full Post »

el

Read Full Post »

dal 20 al 27 ottobre

Modellismo ferroviario, mostra a Palazzo Moncada

.

Si svolgerà dal 20 al 27 ottobre FerModelExpo2013 – II Mostra di modellismo ferroviario – Città di Caltanissetta organizzata dal Gruppo Modellisti Nisseni di approfondimento storico nei saloni della sede museale di Palazzo Moncada (largo Barile). Orari di apertura: dalle 9:30 alle 13 e dalle 17 alle 20.

LaICL040072620131016CL“Il modellismo ferroviario, o fermodellismo, rappresenta attualmente una delle più diffuse espressioni del vasto mondo della riproduzione in scala di tutto ciò che caratterizza, o ha caratterizzato nelle diverse epoche storiche, il complesso mondo delle attività umane, ed è una delle forme più praticate del modellismo – dice Giuseppe Firrone, presidente del Gruppo modellisti nisseni -.
Ciò che nell’immaginario collettivo viene interpretato come “il gioco con il trenino”, costituisce una complessa e specialistica attività di cultori nella quale la passione per il “trenino” e per la storia della ferrovia si coniuga con la perfetta riproduzione del rotabile (locomotiva, carrozza o carro merci), con precisi rapporti di riduzione dei modelli, con la micromeccanica sempre più efficiente, con l’elettronica e la tecnologia digitale nella gestione del movimento dei convogli, con la riproduzione paesaggistica nei plastici e, non ultimo, con la precisa ricerca storica e documentale del mondo delle ferrovie reali e dei trasporti con risultati che tendono al massimo realismo”.
Bereguardo02108I modellisti ferroviari si dividono in due grandi famiglie: quella dei collezionisti che acquistano modelli per esporli in bacheche, ed i plasticisti, coloro che, amando il movimento dei convogli ferroviari in scala, riproducono il paesaggio attraverso la costruzione di plastici dando vita ad un vero e proprio traffico ferroviario.
Nella II edizione del Fermodelexpo, il Gruppo Modellisti Nisseni propone i due aspetti che contraddistinguono il mondo del fermodellismo: è possibile, infatti, vedere una esposizione proveniente da una selezione di collezioni private, di modelli di rotabili e convogli ferroviari di diverse epoche storiche che tendono a descrivere come si siano evolute la tecnica, la forma e le livree nella storia delle nostre ferrovie, e ancora, un’esposizione di modelli d’epoca e vintage della storica azienda italiana Rivarossi che dal 1945 ha legato il proprio nome al modellismo ferroviario.

Read Full Post »

Assessora in blu ateneo

Studentessa in auto blu

di

dgNelli Scilabra ieri ha votato alla Facoltà di giurisprudenza per il rinnovo degli organi dell’Ateneo. Ma per raggiungere l’università ha usato la vettura di servizio, scatenando la protesta di alcuni colleghi-studenti. La replica: “L’auto doveva accompagnare l’assessore in aeroporto, in vista di un impegno al ministero. Quella sosta era di passaggio”.
.
PALERMO – L’auto blu si ferma davanti al portone principale della facoltà di Giurisprudenza, in via Maqueda. Poi parcheggia in piazza Bellini. Attenderà per qualche minuto il ritorno del passeggero “illustre”. Da quell’auto, in effetti, pochi minuti prima era sceso uno studente “eccellente”. In Facoltà per esprimere la propria preferenza per il rinnovo del consiglio di corso di laurea. Ma a molti dei colleghi d’Università, quella scena, non è andata giù.

Già. Perché lo studente, anzi, la studentessa in questione è Nelli Scilabra, assessore regionale alla Formazione e all’istruzione. E fino a pochi mesi fa, leader di uno dei movimenti studenteschi universitari, la “Rum”. Il componente della giunta di Crocetta fa la sua comparsa tra i corridoi e i cortili che fanno da qualche anno da scenografia alla sua carriera universitaria, ancora in corso. Una “parentesi scolastica”, quella di ieri, tra i tanti impegni di governo. Una “puntatina” in Facoltà, prima di salire su un aereo, destinazione Roma. Appuntamento al Ministero dell’Istruzione.

Ma, come detto, l’utilizzo dell’auto di servizio ha fatto storcere il naso ad alcuni tra gli studenti presenti. Alberto Di Benedetto, ad esempio, frequenta Scienze politiche ed è dirigente di ‘Azione Universitaria’. “Mi stavo recando alla facoltà di giurisprudenza per raccogliere alcuni documenti – racconta – quando ho visto arrivare l’auto blu, con tanto di lampeggiante acceso, e quindi scendere dall’auto l’assessore Nelli Scilabra”. Un’immagine subito raccontata sul profilo di Facebook, con tanto di caustico commento: “Vai a lavorare”.

“Non capisco – aggiunge però Di Benedetto – per quale motivo abbia dovuto usare l’auto blu per recarsi a votare. In quel momento, Nelli Scilabra non era un assessore, ma una semplice studentessa. E ci pare davvero assurdo che queste cose accadano proprio in un periodo nel quale siamo bombardati da annunci e spot su presunte ‘spending review’”. Ma il sentimento esternato dallo studente di Scienze politiche non è un fatto isolato. Altri studenti, presenti alla facoltà di Giurisprudenza, però, preferiscono non rendere noto nome e cognome. Ma confermano: “Sì, l’assessore è arrivata dopo le nove, è scesa dall’auto blu, ha votato ed è andata via velocemente”.

(altro…)

Read Full Post »

Branco di cani per le strade

.

l'impressionante branco di cani in via ferdinando I

l’impressionante branco di cani in via ferdinando I

Un impressionante branco di randagi in giro a…zampa libera, di prima mattina, nell’ora di punta per raggiungere scuole e uffici.

E’ stato avvistato l’altro ieri, intorno alle ore 8, nella zona di via Ferdinando I, angolo via Romita. Chi ha avuto modo di fotografarli, è rimasto di stucco: ben 25 cani di taglia media in strada, in marcia nella stessa direzione.

Una prova di come sia ancora attuale il fenomeno randagismo nella nostra città. Del resto, diversi cittadini hanno segnalato, già nel corso del periodo estivo, la presenza di folti gruppi di randagi in giro per alcune zone di Caltanissetta, facendo rilevare potenziali problemi per il normale flusso dei pedoni, tra cui soprattutto i bambini e gli anziani.

Vi è pure chi sottolinea come questi animali siano incoraggiati nel frequentare il centro abitato anche dal fatto che qualcuno di animo generoso fornisca loro da mangiare. In molti, comunque, chiedono interventi concreti atti a contrastare il randagismo.

Sulla questione abbiamo interpellato Salvatore Colonna, responsabile locale della Lega italiana per i Diritti dell’Animale.

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: