Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 17 ottobre 2013

nero

Read Full Post »

Minacce al prefetto un vertice nazionale

Giuseppe Scibetta

.

prefettoMinacce di morte per il prefetto di Caltanissetta dott. Carmine Valente, che due mesi fa ha ricevuto una lettera contenente delle “frasi inequivocabilmente intimidatorie” assieme a dei fiori.
Un episodio allarmante, di cui si è avuta notizia solamente adesso e che si è verificato nello scorso mese di agosto dopo che il prefetto Valente ha rilasciato una lunga intervista al nostro quotidiano per indicare quali potrebbero essere le ipotesi di sviluppo economico e sociale della provincia di Caltanissetta. Da allora è in corso una indagine da parte della Procura della Repubblica di Caltanissetta che sono coordinate dalla dott. ssa Lia Sava.
Un episodio così grave da indurre adesso il ministro degli Interni e vicepremier Angelino Alfano a convocare proprio a Caltanissetta una riunione del Comitato nazionale per l’Ordine e la Sicurezza pubblica che dovrebbe svolgersi in prefettura – quasi certamente lunedì prossimo – ed alla quale dovrebbero partecipare pure il Capo della Polizia ed i Generali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, tutti interessati a capire cosa sta esattamente succedendo in provincia negli ultimi tempi.
Un “segnale importante” quello che il ministro Alfano ha voluto dare, anche perchè è la prima volta che questo organismo nazionale si riunisce a Caltanissetta e lo fa subito dopo la minaccia di morte messa in atto da ignoti nei confronti del rappresentante più importante dello Stato nella provincia nissena.
Una riunione che viene programmata qualche giorno dopo le parole allarmate ed allarmanti pronunciate dal procuratore della Repubblica di Caltanissetta nel corso di un convegno svoltosi a Chianciano Terme, durante il quale il dott. Sergio Lari ha anche detto che «ci sono segnali inquietanti che lasciano presagire un alzamento del tiro da parte delle organizzazioni mafiose» e che «è in corso una campagna di delegittimazione da parte di centri di poteri occulti che mirano a screditare chi in Sicilia combatte la mafia. Una campagna di delegittimazione che potrebbe tradursi in azioni eclatanti».

(altro…)

Read Full Post »

Domande entro il 4 novembre

La Provincia da scoprire. Servizio civile per 25 giovani.

.
Provincia-Caltanissetta2La Provincia Regionale di Caltanissetta ha avuto approvato un nuovo progetto di servizio civile denominato “La provincia da scoprire”, che coinvolgerà complessivamente 25 volontari nel settore relativo al patrimonio artistico e culturale del nostro territorio: i giovani che verranno selezionati saranno, infatti, impegnati per un anno in attività rivolte alla valorizzazione della storia e della cultura nissena.Lo scorso 4 ottobre sono stati pubblicati i bandi 2013 da parte del dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale per la selezione di 707 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale nella Regione Sicilia. Di questi 707, sono appunto 25 quelli destinati alla Provincia nissena, che svolgeranno la loro attività così suddivisi: 13 negli uffici provinciali di Caltanissetta, 6 in quelli di Mussomeli e 6 in quelli di Gela. Le domande di partecipazione dovranno essere inoltrate direttamente alla Provincia Regionale di Caltanissetta, in quanto ente titolare del progetto, entro e non oltre le ore 14.00 del 4 novembre 2013, secondo le modalità del bando. Questo, unitamente al progetto e alla prescritta modulistica, sono consultabili nella sezione dedicata al Servizio Civile sul sito internet http://www.provincia.caltanissetta.it. I candidati dovranno avere compiuto il 18° anno di età e non superato il 28° (28 anni e 364 giorni). Le istanze saranno valutate da un’apposita commissione che dovrà essere nominata, la quale esaminerà la documentazione per poi stilare la graduatoria dei candidati ammessi ai colloqui in base ai quali avverrà la selezione. A settembre si è concluso il progetto “Corretti stili di vita, sana alimentazione e corretto movimento” che ha visto per un anno 30 giovani volontari negli uffici dell’Ap.

.

Bando per trasportatori conto terzi

.

trasportoLa Provincia di Caltanissetta ha emanato il bando pubblico per la presentazione delle istanze di ammissione all’esame per il conseguimento dell’idoneità professionale di trasportatore su strada di merci per conto terzi in ambito nazionale ed internazionale e per l’esame integrativo internazionale, relativamente alla sessione 2013.

Gli interessati dovranno presentare apposita istanza indirizzata alla Provincia Regionale di Caltanissetta – Commissione di esami per l’accesso alla professione di trasportatore di merci c/o VII Settore Viabilità e Trasporti, secondo le prescrizioni indicate nel bando consultabile sul sito dell’ente www. provincia. caltanissetta. it (homepage sezione Primo piano). Le istanze dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro il termine perentorio delle ore 11,30 del 21 ottobre 2013, secondo le modalità di cui al predetto bando: saranno valutate dalla commissione di esami, previa istruttoria svolta sulle stesse da parte dell’ufficio preposto, ai fini della loro regolarità e della dimostrazione dei requisiti prescritti. La Commissione, completate le operazioni preliminari, almeno 20 giorni prima dell’espletamento degli esami, comunicherà agli ammessi, con raccomandata a. r., la sede, la data e l’ora d’inizio degli esami. Tutte le ammissioni avverranno con riserva, che sarà sciolta solo dopo la conclusione positiva degli accertamenti d’ufficio sulle dichiarazioni rese ai sensi di legge. La commissione potrà decidere di differenziare l’esame in due giornate, una per la prova quiz e l’altra per l’esercitazione, in base al numero dei candidati. L’elenco di quelli ammessi sarà pubblicato all’Albo Pretorio e sul sito web della Provincia sino al giorno di svolgimento delle prove d’esame. Informazioni potranno essere richieste direttamente alla segreteria della commissione sita negli uffici provinciali di Piazza Marconi a Caltanissetta, o telefonando ai numeri 0934/534122-123-129  – http://www.provincia.caltanissetta.it.

Read Full Post »

Mensa e discarica

mensaImpegno spesa per la mensa scolastica

Nell’ambito del servizio di mensa scolastica, che è gestito dalla cooperativa Luce del Sole di Milena, l’amministrazione comunale, in attesa di approvare il bilancio di previsione 2013, ha impegnato la somma di 15.800 euro per consentire l’avviamento del servizio in questione.

E’ previsto che, successivamente, una volta approvato il bilancio di previsione 2013, si procederà all’impegno di spesa delle altre somme necessarie per assicurare il servizio nel corso dell’anno scolastico 2013/2014

discarica_gabbianoPagamento della discarica di Cammarata

L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Peppuccio Vitellaro, ha impegnato la somma di 14.251,17 euro per consentire il pagamento delle spettanze ai gestori della discarica di Cammarata nella quale il Comune di Milena conferisce i rifiuti solidi urbani.

Read Full Post »

Squadra scortata dalla Polizia

Rino Pitanza
.

sportRabbia e indignazione in casa Campofranco non tanto per la sconfitta di Marsala che nel calcio, quello giocato, ci può stare, quanto per quello che è accaduto in questi giorni in campo e nelle stanze dei bottoni del calcio siciliano per i fatti di Marsala domenica scorsa come 15 giorni fa quando dopo gli incidenti contro la Parmonval, dopo numerosi Daspo, fermi operati dalle forze dell’ordine e squalifiche ai calciatori, la gara Marsala Campofranco si è giocata ancora nel campo teatro degli incidenti in una situazione di stato d’assedio per la presenza massiccia di forze dell’ordine guidati dal Questore di Trapani. Il Campofranco è stato scortato dalle forze dell’ordine sin dall’arrivo a Marsala e fino alla ripartenza dalla città trapanese.
Ad esprimere la posizione del Campofranco calcio è la vice presidente Lina Taibi. «Siamo arrabbiati e indignati dal trattamento riservato alla nostra squadra: è vero che anche la società, per certi versi, può avere delle responsabilità, ma l’intervento oggettivo ed obiettivo degli organi competenti, dov’è? E’ possibile che una squadra, come il Marsala possa scegliere cosa fare e come farlo? Lasciateci la libertà di esprimere il nostro dubbio. Stiamo assistendo ad uno spettacolo indegno e vergognoso, che sta avendo il solo risultato di falsare il campionato, gli stessi episodi a parti inverse sarebbero stati giudicati in modo diverso. Dobbiamo aspettare che qualche giocatore lasci la vita sul campo di calcio? Il nostro giocatore Cosimo Panepinto, attaccato in modo diciamo maldestro da un avversario ha riportato la frattura scomposta del perone, quella del malleolo e anche della clavicola con la terna arbitrale che si è limitata solo ad ammonire e risultare determinante per il risultato finale. Il nostro risentimento è inevitabile – conclude Lina Taibi – e pretendiamo un comportamento consono ai veri valori dello sport, da parte di tutti, società calciatori, direttori di gara e organi competenti».
Intanto le condizioni di Panepinto sono stazionarie e nelle prossime ore si deciderà dove effettuare gli interventi chirurgici per riportare un ottimo calciatore a calcare nuovamente i campi di calcio anche se dalla prossima stagione.

Read Full Post »

Ricostruzione della carriera – Buone notizie dall’USR della regione Veneto

scuola.
Buone notizie per gli assunti nella pubblica amministrazione: la direzione generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto ha inviato una comunicazione agli Uffici Scolastici Territoriali e ai dirigenti scolastici responsabili delle ricostruzioni di carriera, attraverso cui indica di riconoscere per intero il periodo di pre-ruolo. Anche se il conteggio totale (oggi previsto solo per i primi 4 anni di servizio pre-ruolo, successivamente si considerano utili solo i due terzi) dovrà essere adottato “esclusivamente nei confronti dei ricorrenti vincitori in sede giudiziale”, si tratta di un importante riconoscimento. Che giunge a seguito di quanto stabilito dai Tribunali del lavoro che “in alcune sentenze – si legge nella comunicazione dell’Usr per il Veneto – hanno riconosciuto l’esistenza dell’abuso della contrattazione a tempo determinato, condannando l’Amministrazione al risarcimento del danno, consistente in una sorta di ricostruzione della carriera, da determinarsi come se i contratti stipulati fossero stati tutti ex tunc a tempo indeterminato”.
Nelle indicazioni agli UU.SS.TT., l’Usr per il Veneto comunica anche che l’ammontare del riconoscimento economico da assegnare a docenti e Ata che hanno presentato ricorso deve scaturire dalla “differenza tra quanto effettivamente percepito dal lavoratore e quanto lo stesso avrebbe percepito qualora fosse stato da subito inquadrato quale lavoratore a tempo indeterminato. In pratica, si dovrà operare come se fossero stati ‘di ruolo’ fin dall’inizio, attribuendo le cosiddette ‘posizioni stipendiali’ previste dal CCNL comparto scuola per il personale ATA e per il personale docente alle varie scadenze degli ‘scaglioni’, cioè ad anni 3, anni 9 ecc.”.

La comunicazione dell’Usr per il Veneto è stata immediatamente commentata dall’Anief, il sindacato che ha presentato diversi ricorsi sulla questione.

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: