Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 27 settembre 2013

Il re della pasta Guido a La Zanzara: “Per noi la famiglia è quella tradizionale. Gli omosessuali, se vogliono, possono scegliere un’altra marca”

Barilla, mai una pubblicità con i gay

 

"Negli spot del Mulino Biancomai una famiglia gay"Barilla non è mica la Boldrini...

.

“Dove c’è Barilla, c’è casa” è uno degli slogan di maggior successo nella storia della pubblicità italiana. E’ dagli anni Ottanta che il colosso della pasta martella il messaggio in tv e sui cartelloni per strada. Ma c’è famiglia e famiglia. E a dirlo è nientemeno che Guido Barilla. C’è quella padre-madre-uno o due figli.

E poi c’è l’altra: padre-padre o madre-madre. Cioè la famiglia omosessuale. Che a mister Barilla non va giù. “Non faremo pubblicità con omosessuali, perché a noi piace la famiglia tradizionale. Se i gay non sono d’accordo, possono sempre mangiare la pasta di un’altra marca. Tutti sono liberi di fare ciò che vogliono purché non infastidiscano gli altri” ha sparato ieri il re dello spaghetto a La Zanzara su Radio 24. D’altronde, lui non è la Boldrini, e sul tema ha tutto il diritto di pensarla come meglio crde, senza dovr inseguire il politically correct (magari meramente per scopi elettorali).

Pubblicità

Read Full Post »

MML sbarca su Facebook.

Pubblicheremo le cose più interessanti senza riferimenti privati.

.

franci chirminisi

by Franco Chirminisi

stefano cassenti

by Stefano Cassenti

Read Full Post »

Verde Sutera

Cantieri di servizio e cura del verde pubblico

di Rino Pitanza

.

arnone carmeloSono stati deliberati e presentati al competente assessorato regionale del Lavoro da parte della Amministrazione comunale di Sutera, guidata dal sindaco Giuseppe Grizzanti, due progetti che riguardano i cantieri di servizio.
Il primo dei due, che va sotto la dicitura di “Verde Pubblico”, riguarderà l’implementazione delle aree verdi presenti nel territorio suterese e il secondo, “Cura e manutenzione verde pubblico – Servizi sociali” vedrà l’intervento sulle aree pubbliche già esistenti con la cura e la manutenzione e contestualmente ai servzi sociali riguardanti disbrigo pratiche e sostegno morale per gli anziani e assistenza scolastica.
A giorni sarà pubblicato, a cura del responsabile del servzio Onofrio Grizzanti, il bando con allegata la domanda di partecipazione ai cantieri di servizi 2013.

«Da sempre Sutera – sostiene l’assessore Pietro Alongi – ha voluto avere un ambiente pulito e gradevole a vedersi e per l’iniziativa dell’assessorato regionale al Lavoro, siamo stati puntuali a presentare questi due progetti anche se probabilmente ne avremo finanziato solo uno, poiché per i piccoli comuni tale è la previsione per un massimo di 15 unità, tenuto conto della popolazione residente». La pubblicazione dei relativi bandi, è tanto attesa dai cittadini suteresi che vedono anche in queste iniziative una minima valvola di sfogo economico.

Read Full Post »

Il 25% anticipAto

L’Ato presenta il conto ai Comuni ma i sindaci palesano perplessità

di L. S.

.

manifesto-coinres_ato4Prima dello “sciogliete le righe” previsto per fine mese, e quindi tra qualche giorno, l’altro ieri pomeriggio si sono riuniti all’Ato Ambiente Cl 1 i sindaci dei Comuni della provincia che fanno parte della società d’ambito convocati dal commissario liquidatore Elisa Ingala per l’esame della situazione finanziaria per l’anno in corso e del personale in servizio.

imagesCADEC7GHLa dott. ssa Ingala ha illustrato il prospetto con le quote a carico di ciascun Comune per il servizio rifiuti da gennaio a settembre.

Ma i sindaci hanno palesato diverse perplessità sui conteggi presentati; si sono comunque impegnati a versare entro 10 giorni il 25 per cento delle quote indicate nel prospetto.

Il liquidatore dell’Ato ha quindi comunicato i contratti che andranno a scadere a fine mese con la chiusura dell’Ato.

Non si è invece parlato del personale perché si attendono le direttive dalla Regione per sapere cosa ne sarà.

(altro…)

Read Full Post »

imagesCAVQZQEWColtivazione di marijuana condanna ridimensionata

di va. ma.)
.

Due condanne, seppure una ridimensionata, per una coltivazione di 450 piante di marijuana in un podere di Favarella.

Antonio Costa

Antonio Costa

Sono stati riconosciuti ancora colpevoli i sancataldesi Michele Sollami, di 55 anni (difeso dall’avv. Maria Concetta Bevilacqua) che s’è visto confermare i 4 anni e 8 mesi e una multa da 30mila euro.

Così come il trentatreenne Antonio Costa (difeso dall’avv. Valentina Di Maio) al quale è stata irrogata la stessa pena perché la Corte d’Appello l’ha assolto “perché il fatto non sussiste” dall’accusa di avere posseduto in casa 4 piante di marijuana. In primo grado, infatti, a Costa erano stati inflitti 5 anni di reclusione. I due imputati furono arrestati nel giugno di un anno fa dai finanzieri.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: