Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 9 settembre 2013

Parla il villalbese stretto nella morsa dell’usura che ha fatto condannare i presunti strozzini

«Dopo la denuncia ci hanno isolato»

VillalbaM. C. G.

,

Un prestito da 20 mila euro in un momento di difficoltà economica e la famiglia Plumari si è trovata stretta dalla morsa dell’usura fino a “non respirare più”. Poi il coraggio della denuncia cementato dopo l’incontro con il presidente dell’antiracket Renzo Caponetti. Giuseppe Plumari, 33 anni, lo ha conosciuto a Gela durante il concerto di Gigi D’Alessio ma sapeva dell’attività svolta dall’ associazione gelese da quello che aveva letto sui giornali, su internet ed in vari servizi televisivi. Così la famiglia Plumari ha deciso di rivolgersi a lui per essere assistita.
“L’associazione ci ha messo a disposizione i legali e Caponetti – racconta Plumari – ed è stato presente a tutte le udienze in Tribunale. Lui ed i carabinieri li abbiamo sempre avuti accanto, abbiamo ricevuto il massimo sostegno”.

Dopo la denuncia e la condanna di chi vi sottoponeva ad usura come vi sentite?
“Sotto il profilo psicologico bene. Come chi è uscito da un tunnel. Viviamo serenamente, andiamo avanti nel nostro lavoro. Ma in paese siamo stati isolati e additati come coloro che parlano con i carabinieri”.
Come spiega il perchè di questo isolamento?
“Qui da noi l’usura è considerata un favore non un atto criminoso. E questa idea non ce l’ hanno solo i più anziani ma anche i giovani. Noi saremmo in torto perchè pur avendo ricevuto il favore mandiamo la gente in galera”.
imagesCANAAMFJQuali sono i segni tangibili del vostro isolamento?
“Nella nostra vicenda ci sono rimasti accanto i Carabinieri, la Procura e l’Antiracket. I politici, gli amministratori prima frequentavano il nostro bar dopo la denuncia non ci hanno messo piede. Ero amico con il sindaco ma dopo gli arresti mi ha tenuto in disparte. La maggior parte della gente di Villalba mostra indifferenza. Ma devo dire che c’è stata una minoranza che ci ha dato solidarietà”.
La politica dunque ha preso le distanze da voi?
“Non abbiamo letto un comunicato di compiacimento per l’operazione dei carabinieri, non c’è stata la costituzione parte civile dell’amministrazione comunale al processo. Negli anni passati alcuni concittadini hanno subìto atti dolosi nelle loro campagne o attività e i politici hanno deliberato aiuti economici alle ditte. Nulla da dire su questo. Ma è gente che ha subìto e non ha denunciato. E perchè a chi ha denunciato come noi non è arrivato nemmeno un attestato pubblico di solidarietà? “.
Potendo ritornare indietro la sua famiglia sceglierebbe ancora di denunciare?
“Senza dubbio. Anzi le dico che personalmente sono pentito di non averlo fatto prima. Oggi noi ci sentiamo liberi e sereni ed andiamo avanti nell’attività. Da Gela il presidente dell’ antiracket non passa giorno che non telefona per sapere come stiamo, come vanno le cose. Noi abbiamo fatto la scelta giusta, sappiamo da che parte stiamo. Altri che pure predicano la legalità invece no”.

Pubblicità

Read Full Post »

Martedì incontro del Gal con tre sindaci

imagesCA9V6JVU.

“Nuove opportunità per lo sviluppo patrimoniale rurale, paesaggistico e ambientale, dei prodotti tradizionali locali, la creazione di microimprese commerciali ed artigianali e la messa in rete delle eccellenze del turismo sostenibile”: sono questi i temi che saranno affrontati alle ore 19 di martedì al palazzo comunale di Montedoro in occasione di un incontro che è stato promosso dal Gal Terre del Nisseno in collaborazione con i Comuni di Montedoro, Milena e Bompensiere. E proprio i sindaci Federico Messana di Montedoro, Peppuccio Vitellaro di Milena e Salvatore Gioacchino Losardo di Bompensiere, introdurranno i lavori.

Dopo sarà la volta degli interventi. Si comincerà con Giovanni Lillo Randazzo, presidente del consiglio di amministrazione del Gal Terre del Nisseno, che si soffermerà sul tema legato alle nuove politiche di sviluppo. Sarà poi la volta di Giuseppe Ippolito (direttore responsabile del Gal) che tratterà il piano di sviluppo locale. Previsto anche l’intervento di Danilo Giordano (responsabile amministrativo e finanziario dell’ufficio di Piano del Gal) che affronterà la tematica legata alle procedure di attuazione degli interventi programmati per gli enti locali e le imprese, e infine quello di Francesco Guarascì

Read Full Post »

voxMissile Intelligente low

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: