Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 23 agosto 2013

Un altro poker

pok

 

Read Full Post »

cc

Read Full Post »

La forza della preghiera

.

imagesCA0SKHDMGli affari non andavano bene? Rischiavi di tenerti in casa una zitella? La salute sempre malferma? Il mulo ammalato che non vuole saperne di guarire? E via elencando.

A tutto c’era una spiegazione, la stessa: eri stato fatto bersaglio del malocchio che una persona invidiosa della tua casa e dei tuoi beni ti aveva buttato addosso.

Allora, per ritornare allo stato di benessere precedente dovevi ricorrere in silenzio e con circospezione, alla fattucchiera (detta anche “maara”, cioà maga).

malocchioIn genere si trattava di una persona equivoca dai supposti poteri soprannaturali, capace sia di togliere che di compiere un sortilegio (detto anche “fattura”), dietro pagamento in denaro o anche in natura.

Per i più poveri e i più fedeli alla religione, bastava invece ricorrere a qualche preghiera ritenuta un rimedio infallibile, come questa del palermitano che pubblichiamo, in cui il “fatturato” si rivolge, per il tramite di persona religiosa, a Nostro Signore e alla Santa Patrona della città di Palermo.

Un successo quasi sempre assicurato, senza essere costretto a ricorrere alle forze oscure del Maligno e a mettere mano al portafoglio.

Read Full Post »

Stile Celentano. In vacanza in Liguria si rompe il dito del piede, si presenta in ospedale con la guardia del corpo in taxi ed entra subito in radiologia

Salta la coda al Pronto soccorso

di Giordano Tedoldi
.

resizerLa sala d’attesa di un pronto soccorso, in una località di vacanza, a mezz’agosto: l’inferno. Magari non vi siete fatti niente, solo la microfrattura di un mignolo del piede, ma prima di essere visitati, prima che vi facciano la lastra, avrete tanto di quel tempo da poter riflettere su tutta la vostra vita. La fila è uguale per tutti, soprattutto in un pronto soccorso, non c’è che pazientare e aspettare il proprio turno.

A meno che non siate un po’ meno uguali degli altri.

L'aquila di Ligonchio, spalla rotta dopo una caduta, censura il Molleggiato: "Io al pronto soccorso ho atteso sei ore, tu hai barato"

L’aquila di Ligonchio, spalla rotta dopo una caduta, censura il Molleggiato: “Io al pronto soccorso ho atteso sei ore, tu hai barato”

Un cantante famoso con alle spalle decenni di carriera e milioni di dischi venduti nel mondo e anche con la fama di profeta, un profeta vicino al popolo, agli umili, tanto da sfoggiare una proprietà di linguaggio ruspante ma efficace. Ecco, un cantante come Adriano Celentano. Ma no, direte, figurati se Adriano, il tredicesimo apostolo (anzi, se non se ne ha a male diciamo quattordicesimo, prima verrebbe San Paolo), l’uomo dalle prediche eloquenti quanto i suoi silenzi, si comporta da arcitaliano doc, da privilegiato, e per giunta in un pronto soccorso, passando avanti agli altri assistiti (ora si dice così, non più pazienti) in attesa. Quella è roba da provinciali arricchiti, da arroganti incivili.

Ora, ci sarà stato senz’altro un motivo, un dolore intollerabilmente acuto al mignolo, un appuntamento importante con un discografico, la scrittura urgente di un messaggio per la salvezza del mondo, o almeno per la salvezza delle sue vacanze a Bordighera, sta di fatto che ieri il Secolo XIX riportava la notizia che nel pomeriggio di martedì scorso Adriano, fratturatosi il mignolo nel Grand Hotel del Mare dove usa trascorrere le vacanze estive, è andato al pronto soccorso di Sanremo accompagnato dalla fida moglie, Claudia Mori, e da una guardia del corpo e, senza passare per il carnaio del pronto soccorso, affollato più di una spiaggia libera all’ora di pranzo, si è imbucato nel reparto di radiologia. Lì gli hanno fatto la lastra e, constatata la rottura del mignolo del piede,

imagesCAR8LSLECelentano è tornato al Grand Hotel sorridente e riposato, a differenza degli altri pazienti, anzi, assistiti, che avranno atteso regolarmente il loro turno per essere visitati, non avendo mai cantato “Azzurro” o “Chi non lavora non fa l’amore” se non sotto la doccia, cosa che evidentemente li rende irreparabilmente cittadini di serie B. Certo, nessuno è così ingenuo da credere che Adriano Celentano, le prediche che faceva in televisione, le intendesse rivolte a se stesso.

Lui, come tutti i predicatori improvvisati, che spesso hanno scoperto la vocazione dopo aver guadagnato già un bel gruzzolo, e che si sono trovati di fronte un pubblico di fedeli già predisposti perché lo avevano conquistato non profetizzando la vita eterna, ma un bacio come un rock che ti fulmina sul ring, è quel tipo di predicatore che definiremmo “su misura”, che più che migliorare il mondo in generale, vuole migliorare il suo.

(altro…)

Read Full Post »

La spianata delle moschee è il luogo più santo al mondo

DSCF2384

Manco a dirlo, è anche il più protetto. Questo è il retro, il B-side, quello che si nasconde dietro il cupolone. Ai piedi della torretta di guardia, prima di entrare nella zona calda, qualche mendicante striscia per terra e chiede l’elemosina in arabo. A volte non lo notiamo, accecati come siamo dall’oro del cupolone della moschea. 

Read Full Post »

untitled

Read Full Post »

Bompensiere. L’opposizione consiliare all’attacco per l’aumento degli “stipendi” degli assessori

«No al rincaro dei gettoni»

di Carmelo Locurto
.

 bomp«Dissenso per la decisione assunta dalla Giunta comunale di procedere ad un aumento di 5.000 euro annui delle indennità di carica degli assessori». E’ quello che ha espresso in una nota l’assemblea del gruppo politico “Cambia Bompensiere” guidato da Salvo Virciglio e facente riferimento al gruppo di minoranza consiliare.
In particolare, nella nota è stato rilevato: «Riteniamo che la delibera di Giunta che ha disposto tale aumento sia un atto di una gravità politica inaudita, poiché in netto contrasto con le politiche di rigore e contenimento della spesa pubblica che si stanno attuando nell’intera nazione».
E’ stata la Giunta comunale, di recente, a stabilire le nuove indennità di carica spettanti agli amministratori, prevedendo che l’indennità mensile per gli assessori passi da 29,70 euro a 203 euro. Un aumento che, tuttavia, non è piaciuto affatto alla minoranza che è passata al contrattacco.
Secondo il gruppo “Cambia Bompensiere”, «il contesto storico italiano è caratterizzato da una forte crisi economica e sociale che ha aggredito le fasce più giovani della popolazione, che stentano a trovare una occupazione, e le fasce più deboli che con enormi difficoltà arrivano alla fine del mese a causa dei tagli alla spesa sociale».
Secondo la minoranza, «mentre la Giunta comunale dedica il proprio tempo ad aumentare il proprio “stipendio”, a Bompensiere i fornitori di beni e servizi non vengono pagati; non viene assicurato il servizio di assistenza domiciliare agli anziani; non viene rimborsato il trasporto scolastico; la locale squadra di calcio non riceve contributi per lo svolgimento del campionato; la Tares aumenta nonostante l’assenza di risultati sul versante della raccolta differenziata».
Pertanto, sempre secondo la minoranza «c’erano diversi settori sociali su cui intervenire con priorità assoluta; l’atto della Giunta assume toni ancor più negativi se si pensa, solo per fare un esempio, che gli amministratori comunali di Milena e Montedoro hanno rinunciato volontariamente e per intero alle proprie indennità, riducendo così i costi della politica; altro aspetto degno di nota è la dichiarazione di urgenza e retroattività dell’atto di determinazione dell’aumento delle indennità, come se questo fosse una necessità impellente per il nostro Comune! ».
Il gruppo di minoranza, infine, ha annunciato che nelle prossime settimane «adotterà iniziative utili affinché gli amministratori rivalutino la scelta politica adottata».

Read Full Post »

Se ti vuoi sposare da reale a Dino Agrò devi chiamare. L’artista di Racalmuto costruttore di carretti siciliani.

.

Con grandissimo piacere invito tutti voi cari amici (scuole, gruppi, associazioni) a visitare la mia collezione di PEZZI DI SICILIA, con pezzi unici e rari che hanno fatto la storia del nostro Made in Sicily , ci trovate a Racalmuto (Ag).
Siete tutti i benvenuti (392 3212985) 
Per chi fosse interessato all’acquisto di carretti ed accessori in genere contattatemi! 
Sarò a vostra completa disposizione venendovi all’incontro al meglio !
Un grosso abbraccio a tutti.
W LA SICILIA
Dino Agrò

Read Full Post »

«Glamour night» tra musica e degustazioni

Glamour-Night-23-08-2013Nove ore di puro divertimento, un autentico tour de force per quanti amano la musica live. E’ quanto assicurano gli organizzatori dell’evento spettacolo che si svolgerà oggi al Centro commerciale di Milena in corso Pietro Nenni. L’evento è stato denominato “Glamour Night”.

La rassegna musicale è stata organizzata dal gruppo Folk Gallodoro e vedrà esibirsi diversi protagonisti della movida siciliana. L’evento rientra nell’ambito delle manifestazioni inserite nel programma dell’Estate milenese 2013 organizzata dall’amministrazione comunale.

Si inizia alle ore 19 con una gustosa e intrigante AperiCena sotto le stelle con degustazione di prodotti tipici, e la musica di Dj Angel. Alle ore 21 c’è la Band live dei Camurria con la sua musica. Alle 23,30 spazio al Dj Antonio Lamattina, mentre alle 24,30 c’è il re della movida agrigentina, Pablo Deejay che arricchirà ulteriormente la serata. Il tutto sarà contornato dalla splendida voce di Isabelle Martin che presenterà la serata. L’ingresso allo spettacolo è gratuito.

 

Concorso di poesie, nominata la giuria.

mpdIl sindaco Peppuccio Vitellaro ha nominato la commissione che sarà chiamata a giudicare gli elaborati che prenderanno parte alla quinta edizione del Concorso di poesie “il Paese delle Robbe”.

Sono state in totale 77 le buste che sono pervenute al Comune di Milena da parte di altrettanti partecipanti al concorso di poesia. Oltre al sindaco o suo delegato, faranno parte della commissione, per la lingua italiana Bellanca Giuseppe e Cusimano Gaetana, per il vernacolo siciliano Vitellaro Carmelo, Geraci Gerlando e Saia Celestino. I commissari svolgeranno la loro attività a titolo gratuito.

Il sindaco ha anche nominato responsabili del procedimento i dipendenti dell’Ufficio culturale e cioè Insalaco Nunzio, Terrana Giovanni e Cordaro Rosalia. Il concorso è stato organizzato dall’assessorato comunale alla Promozione Culturale retto da Vincenzo Nicastro, è a tema libero ed è riservato a chiunque voglia proporre la propria opera.

La cerimonia di premiazione avverrà il prossimo 7 settembre alle ore 21 al parco urbano comunale Sandro Pertini.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: