Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 22 febbraio 2012

Con il rito delle Ceneri, mercoledì 22 febbraio la Chiesa inizia il tempo della Quaresima.

.
Nel suo Messaggio Benedetto XVI propone la preghiera e la condivisione, il silenzio e il digiuno, quali vie per assumere una condotta di vita evangelica.
Alla luce di un breve testo della Lettera agli Ebrei, il Papa richiama la responsabilità verso l’altro, la correzione e l’esortazione fraterna, la tensione a una carità feconda.

Il messaggio di Padre Rosario Castiglione

.

Concedi, Signore, al popolo cristiano di iniziare con questo digiuno, un cammino di vera conversione, per affrontare vittoriosamente con le armi della penitenza, il combattimento contro lo spirito del male. Buona Quaresima

Read Full Post »

ECCO TUTTI QUELLI CHE CI HANNO PERSO LA FACCIA IN AFGHANISTAN

Read Full Post »

IL MALTEMPO ROVINA LE MANIFESTAZIONI CONCLUSIVE DEL CARNEVALE CHE SLITTA A SABATO PROSSIMO… MALTEMPO PERMETTENDO

.

Un Carnevale di m….

.

Rovinato il gran finale per il Carnevale di Milena.

Era  in programma alle ore 10 la sfilata in maschera dei ragazzi di scuola elementare, materna e media. Sono riusciti ad uscire dalle scuole mentre “stizziava” augurandosi che la pioggerellina finisse e le nuvole si spostassero altrove, invece la pioggia l’ha fatto da padrona. Tutti rientrati ai box e gara annullata.

Nel pomeriggio a fare le spese del maltempo è stata la sfilata delle maschere che prevedeva l’animazione del dj Andrea Gervasi. In giro solo qualche maschera delusa.

La morsa del maltempo non si è allentata nemmeno per la notte. E’ saltata la prevista premiazione delle 23,30 in Piazza Garibaldi della migliore maschera di tutto il carnevale milocchese 2012 e la spaghettata finale.  Dei fuochi di artificio che govevano suggellare l’Edizione del Carnevale 2012 nemmeno a parlarne, per via delle polveri bagnate!

Insomma un Carnevale di merda, per dirla popolarmente, quello di quest’anno, come mai se ne ricorda in passato.

Read Full Post »

Sorpresi a fare sesso nei bagni. Lei «sospesa» quattro giorni. Lui solo uno


di Michele Galvan

Facevano sesso nel bagno della scuola, a 15 anni, ma sono stati scoperti e puniti. A far discutere però è stata la pena più severa, 4 giorni di sospensione, inflitta dall’istituto – la scuola per ragionieri «Einaudi» di Bassano del Grappa (Vicenza) – alla ragazzina, rispetto al giorno di stop dalle lezioni imposto al suo giovane partner.
Dalla scuola non hanno fornito spiegazioni sul motivo della differente «condanna». Negli ambienti dell’istituto la voce che rimbalza è che alla ragazzina sia stata data una sospensione maggiore in considerazione del suo percorso scolastico discontinuo e della sua condotta.

«Conosco troppo bene il preside, è una persona che non si lascia trascinare dall’emotività – sottolinea l’assessore della provincia di Vicenza Morena Martini, per anni insegnante nella scuola – per questo penso che nella diversa punizione inflitta ai due ragazzini si sia tenuto conto anche di altre cose».

Sulla vicenda gli studenti sembrano già dividersi. Per il coordinatore nazionale dell’Unione Universitari (Udu), Michele Orezzi, «sarebbe stato meglio “mettere in riga” i due ragazzi con un semplice rimprovero», anzichè con la sospensione. La coordinatrice della rete degli Studenti, Sofia Sabatino, ritiene invece che sull’argomento sesso-adolescenti servirebbe una maggiore educazione anche a scuola. In ogni caso boccia senza attenuanti l’idea della punizione differenziata: «Non è comprensibile – afferma Sabatino – una punizione diversa ai due adolescenti sorpresi in bagno a fare sesso: entrambi erano consci di quello che facevano e andavano puniti alla stessa maniera».

La pensa allo stesso modo Chiara Moroni, responsabile nazionale delle donne di Fli: «Come parlamentare e come donna sono indignata: arrivare a giustificare tre giorni di punizione in più con l’ingresso nel bagno dei maschi equivale a dire che entrare nei servizi riservati all’altro sesso è un atto più grave del rapporto sessuale stesso consumato all’interno di un istituto scolastico, per il quale un giorno di sospensione al ragazzo è stato ritenuto sufficiente». «Non possiamo che esprimere sgomento, non per il fatto in sé, ma per la stigmatizzazione a cui lo stanno sottoponendo», sottolinea Giuseppina Tucci, responsabile sessualità dell’Unione degli Studenti.

(altro…)

Read Full Post »

Attutitosi il frastuono del Festival di Sanremo…

di Attilio Doni
.
Attutitosi il frastuono del Festival di Sanremo, vorrei fare due brevi considerazioni.
  1. L’errore di Adriano Celentano, a prescindere dalla giustezza o meno della cose che ha detto, è stato quello di fare discorsi che riguardavano solo una parte (sia pure forse la maggiore) del pubblico. Ha parlato ai credenti, escludendo i non credenti. Quando si parla, infatti, di problemi d’ordine morale, riferirsi al Vangelo e al Dio dei cristiani, significa rivolgersi a chi crede nel Vangelo, nella sopravvivenza dell’anima, nel Paradiso e via di seguito.
  2. Riguardo invece alla pelle scoperta di bei corpi, niente di male. E’ questione di costume, d’abitudine. Non si comprende però perché a spogliarsi siano solo le donne. E’ questione di cattivo costume, di cattive abitudini.

Read Full Post »

Etna - Foto di Sario Campanell

Read Full Post »

I tempi cambiano

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: