Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 5 dicembre 2011

La scuola a casa tua

Milena, lezioni a domicilio

Gli insegnanti a casa di un alunno malato in attesa di potere realizzare la videoconferenza

di Roberto Mistretta

.

Carolina Taibi

Dove non arriva la tecnologia può il cuore.

Accade a Milena dove i docenti dell’Istituto Comprensivo di Milena, diretto dal Dirigente Scolastico Carolina Taibi, in attesa di realizzare una postazione per videoconferenza a distanza, si recano presso il domicilio di un alunno impossibilitato a frequentare regolarmente la scuola per motivi di salute.
L’iniziativa, varata dal Consiglio d’Istituto con il progetto “Scuola a domicilio”, assicura quindi allo studente, sei ore settimanali di lezioni a casa propria, per il periodo di degenza domiciliare. La scuola insomma, garantisce al suo alunno il diritto allo studio, attraverso un intervento consentito dalle normative vigenti, ma anche frutto di sensibilità istituzionale che non abbandona a se stesso chi per un motivo o per un altro, si ritrova impossibilitato a frequentare.

«Il piano sanitario nazionale per gli alunni impediti alla frequenza scolastica per più di un mese perché malati o sottoposti a cicli di cura periodici -dice la dirigente Carolina Taibi- prevede la riduzione dei tempi di degenza in favore dell’assistenza sanitaria a domicilio. Nelle pieghe di questo orientamento, il nostro Istituto ha attivato il progetto “Scuola a domicilio”, con i docenti e il Consiglio di classe che collaborano all’iniziativa.
L’alunno interessato dal progetto -continua la dirigente- nonostante l’impedimento alla frequenza per motivi di salute, mantiene quindi i contatti didattici e socio-affettivi con l’ambiente scolastico. L’istituto è rimasto la “sua” scuola, anche perché le attività programmate hanno in cantiere anche videoconferenze con la classe e un docente impegnato come tutor. Il domicilio dell’alunno sarà attrezzato con idonea strumentazione telematica. Nei metodi di insegnamento, infatti, avranno un posto significativo le nuove tecnologie di informazione e comunicazione. Il servizio di istruzione domiciliare è stato articolato con percorsi didattici che in tanti modi cercherà di stabilire un ponte tra l’alunno e l’ambiente scolastico.

(altro…)

Read Full Post »

2 punti persi

Tifosi del Milena in tribuna - Clicca sulla foto per ingrandirla

Read Full Post »

Insospettabile ragioniere di 60 anni arrestato per abusi sessuali su 2 sorelline

Scritto da redazione Quotidiano Gela

.

Due settimane di indagini l’arresto. Un insospettabile pedofilo, un ragioniere di 60 anni, è stato arrestato dai carabinieri del Reparto Territoriale di Gela, al termine di una indagine coordinata dalla Procura della repubblica. Eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip. presso il Tribunale di Gela. E’ accusato di abusi sessuali nei confronti di due bambine, sorelle.

Ecco la vicenda, scoperta grazie alle stesse bambine ed all’intuizione della loro madre. L’orco è un vicino di casa, un amico di famiglia. E’ la fine di ottobre, i genitori di due bambine, insospettiti dal comportamento delle figlie e dal contenuto di alcune domande “a sfondo sessuale” che le stesse avevano loro rivolto, hanno deciso di raggiungere la caserma dei Carabinieri per raccontare l’accaduto.

I carabinieri e la procura, in breve tempo, hanno stretto il cerchio intorno alla figura di un ragioniere 60enne che, sfruttando la stretta e decennale amicizia con i genitori delle bambine, verso cui aveva sempre evidenziato un comportamento gentile e quasi da parente, approfittava delle bimbe nei frequenti momenti in cui le stesse venivano affidate alla sua cura.

In particolare, nell’abitazione dove si soffermavano le bambine, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato DVD e files, molti dei quali scaricati da internet, relativi a film, scene e soprattutto cartoni animati a carattere pornografico che lo stesso proponeva alle minori con la modalità del gioco. Non solo. L’analisi dei diversi computer nella disponibilità dell’indagato ha fatto emergere la presenza di tracce e stringhe di ricerca anch’esse di carattere pornografico.

E’ durante la  visione di tali filmati che l’arrestato si è macchiato di gravi condotte. Terminati gli abusi, il 60enne intimava alle minori di mantenere il segreto, chiedendo espressamente di non raccontare nulla nemmeno a mamma e papà. 

(altro…)

Read Full Post »

Attenzione! Devono risarcire l’iva pagata sulla spazzatura negli ultimi 10 anni !

Leggete e diffondete !

 

Risarcimento spazzatura è fatta!!!

 pubblicata da Popolo Viola – Rete Gruppi Locali
 
.
 
Buone notizie!
La Cassazione ha finalmente stabilito che la tassa sui rifiuti solidi urbani è di fatto una tassa e non una tariffa: di conseguenza è stata applicata l’IVA su un importo a cui non andava applicata in quanto “tassa”. Pertanto, tutti gli utenti, hanno diritto al rimborso del 10% dei 10 anni retroattivi.
 
Inoltre, visitando il sito di “federconsumatori” si evince che chi chiede il rimborso, che come al solito arriverà molto lentamente, bloccherà di fatto l’IVA sulle fatture prossime. Chi non lo farà continuerà a pagare tutto come prima perché, come al solito in Italia, non tutti conoscono i propri diritti.
 
Pertanto vi alleghiamo il modulo che contiene le spiegazioni per la compilazione, anche in formato word.
 
QUI I MODULI SCARICABILI  modulo 1 – modulo 2

Read Full Post »

.

Probabilmente per pura, legittima reazione al berlusconismo caciarone e cafonesco a cui, senz’avvedercene, ci eravamo assuefatti, da quando l’inappuntabile professor Monti è stato incaricato di portare il Paese oltre il guado di una crisi che non è soltanto finanziaria ma, innanzitutto, è sociale ed è civile, circola nel coté politico che si coccola il primo ministro un po’ troppa enfasi rigorista, l’encomiastica della sobrietà a prescindere, l’elogio della nova aetas in gessato a righine che, invece d’infognarsi nei privé in costa Smeralda, frequenta austera e compita le mostre di Filippino Lippi.
Naturalmente, Monti è fuori discussione: la persona è seria e non seriosa, affidabile e non diffidata. Sono certuni suoi laudatores, piuttosto, a esercitarsi in spericolate orazioni in lode di una stagione che, appena cominciata, non sappiamo ancora né come né quando si concluderà. Fra costoro, qualcuno di quelli buoni per tutte le stagioni ha addirittura preconizzato, con l’arrivo dei bocconiani, il prossimo avvento della Terza Repubblica.

I lettori ricorderanno che la Seconda, uscita da Tangentopoli, venne frettolosamente salutata con la medesima, stucchevole, stomachevole retorica: salvo a scoprire, di lì a poco, che si stava ancora ingolfati mani e piedi, e fino al collo, nella Prima. Ora, abbiano pazienza i moralisti del montismo a buon mercato, e diciamo a quelli che stanno nei partiti: come si fa a proclamare che «lo scenario è cambiato»? Non è possibile che la virtù equidistante, ecumenica che, per non indurli in tentazione, li colloca da sempre né di qua né di là, li autorizzi oggi a farsi profeti di rigenerazione politica nazionale.
Ma di quale nazione? E di quale politica? Come sembrano mostrare le ultime cronache su affari e partiti, chi più di tutti agita, al riparo delle grandi spalle di Monti, vessilli pedagogici, curiosamente finge d’ignorare che ogni cosa starebbe ancora funzionando, e persino nel suo di partito, come ha sempre funzionato: il sistema delle tangenti sarebbe più che mai prospero e fruttuoso, i tesorieri solleciti e zelanti, i meccanismi ben oliati come il solito. E allora? Di quale età dell’oro ci vengono a parlare?

(altro…)

Read Full Post »

CarnevalItalia

C’è chi, per carnevale, il vestito ce l’ha già

.

 

Guardiamo i lati positivi della cosa.

 

Chi l’altr’anno si era vestito da barbone per Carnevale,

con lo stesso vestito quest’anno può vestirsi da ceto medio.

Read Full Post »

Un taglio a 5 Stelle!

«Un taglio alle spese della politica»

di Giancarlo Cancelleri e Valeria Alaimo

.

Oggi alle ore 10.30 il Movimento 5 Stelle Sicilia consegnerà presso l’Ars di Palermo le oltre 10mila firme raccolte in tutta la regione relative alla petizione “Fuori i soldi dalla Politica”, con cui i cittadini siciliani chiedono al Parlamento Regionale di tagliare gli stipendi dei Parlamentari ed eliminare tutti i privilegi di cui godono. Privilegi previsti dalla legge n° 44 del 1965, nata da un verbale prodotto dalla neonata Assemblea Regionale nel 1948 che doveva avere natura provvisoria e che equiparava lo status patrimoniale dei Parlamentari Regionali a quello dei Senatori della Repubblica.

Con questo documento poniamo all’attenzione del Parlamento Regionale la necessità della riduzione dei costi della politica regionale e nello specifico chiediamo la riduzione delle indennità mensili del 70%, la riduzione dei rimborsi spese e l’eliminazione dell’assegno vitalizio, dell’assegno di fine mandato, dell’indennità di funzione, del rimborso spese per lo svolgimento del mandato parlamentare, della diaria e di tutti quei privilegi come la copertura medica per se stessi e famiglia, le spese di funerale per se stessi e famiglia e altro ancora.

Ci fermiamo ma l’elenco oltre a essere lungo è anche molto imbarazzante per la quantità smisurata di privilegi tipici della casta degli intoccabili, d’altronde chiediamo solo di portare complessivamente il trattamento economico al livello degli omologhi eletti in altri Paesi europei.
La politica siciliana ha un costo annuo totale di 22 milioni e 350 mila euro, con le nostre proposte il risparmio stimato in 5 anni (il tempo di una legislatura) è di oltre 70 milioni di euro, cioè oltre 14 milioni di euro l’anno.

(altro…)

Read Full Post »

CONTINUA SENZA TREGUA LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO INTERVISTA  DI ROBERTO MISTRETTA

.

Sarà presentato lunedì 5 dicembre a Villalba, il libro “Giudici di frontiera/interviste in terra di mafia”- Salvatore Sciascia editore. L’appuntamento è fissato alle 17.30 presso la biblioteca comunale “Sac. Iucolino”.

Il programma prevede i saluti del sindaco Alessandro Plumeri quindi l’intervento del moderatore Salvatore Bordenga presidente del Consiglio comunale.

L’avvocato Emanuele Limuti, presidente della Fondazione scuola forense nissena “G. Alessi”, relazionerà sul libro.

Con l’autore, interverranno il procuratore capo di Caltanissetta Sergio Lari e il consigliere di Corte d’appello Giovanbattista Tona.

Il volume sarà presentato inoltre il 10 dicembre ad Albenga.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: