Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 30 aprile 2011

Uno studio rivela zone a maggior rischio tumore in 44 siti contaminati sparsi in tutta la penisola italiana. I residenti in prossimità di queste aree sono in tutto 5 milioni e mezzo

.

44 SITI CONTAMINATI IN ITALIA

 

Si chiamano Sin (Siti d’interesse nazionale) e sono stati mappati nell’ambito del Progetto Sentieri (Studio Epidemiologico Nazionale dei Territori e degli Insediamenti Esposti a Rischio da Inquinamento) da esperti dell’Istituto superiore di sanità, della sede di Roma dell’Organizzazione mondiale della sanità e dell’Università La Sapienza. Le statistiche, fornite dall’Associazione italiana registro tumori (Airtum), sono state il punto di partenza per un convegno che si è tenuto il 16 marzo a Catanzaro e che è stato organizzato dall’Arpacal.

Grazie a Ilsussidiario.net e alla collaborazione di Airtum, ecco in anteprima esclusiva online l’elenco completo dei 44 SIN, così distribuiti:

  • 21 al nord
  •   8 al centro
  • 15 al sud

GUARDA LA TOP TEN DEI “SIN”

(altro…)

Annunci

Read Full Post »

Il diotestamento

Berlusconi mostra chiari segni di cedimento…

Read Full Post »

di Vincenzo Pane

Tre scarcerazioni, un annullamento parziale e altre 11 conferme dei provvedimenti cautelari emessi dal gip Lirio Conti su richiesta del procuratore capo Sergio Lari, dell’aggiunto Amedeo Bertone e del sostituto Stefano Luciani nissena ed eseguiti dai Carabinieri del Ros lo scorso 5 aprile. Questo il bilancio dei provvedimenti depositati ieri mattina dal Tribunale del Riesame in merito all’inchiesta antimafia “Grande Vallone”, i giudici hanno anche confermato i sequestri delle 7 aziende ritenute dagli inquirenti in odore di mafia, fra cui figurano imprese impegnate nella produzione del calcestruzzo e sale giochi nelle quali sarebbero stati impiegati videogiochi elettronici manomessi.
Ha dunque retto in gran parte il teorema della Procura visto che in totale sono 19 i ricorsi rigettati e 9 quelli accolti; alcune decisioni i giudici le hanno comunicate già nel pomeriggio di mercoledì.

Ieri sono stati scarcerati – a seguito dell’annullamento dell’ordinanza – Calogero Pace di Serradifalco (63 anni), accusato di far parte della cosca mafiosa del suo paese, Paolo Galante di Montedoro (39 anni) accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e Claudio Calogero Giambrone di Campofranco (42 anni), accusato di intestazione fittizia di beni con l’accusa di essere un prestanome dei fratelli Modica, che gli avrebbero intestato falsamente una parte della loro azienda produttrice di calcestruzzo per evitare i provvedimenti dell’autorità giudiziaria dato che si trattava di soggetti coinvolti precedentemente in vicende di mafia. La stessa accusa è caduta per Rosalia Nicastro di Campofranco (47 anni), moglie di Angelo Calogero Modica, anche se la donna rimarrà agli arresti domiciliari perché è rimasta in piedi una contestazione analoga in merito all’intestazione fittizia di un’altra attività dei fratelli Modica.

A discutere i ricorsi sono stati gli avvocati difensori Giuseppe Dacquì, Antonio Gagliano, Salvatore Licata, Emanuele Limuti e Adriana Salerno.

(altro…)

Read Full Post »

LA PAURA D’INVECCHIARE TRASMESSA DAGLI UMANI AI CANI

.

Lui vi guarda con l’espressione meno accesa, è meno pronto nelle effusioni, più lento nei gesti, gli piace di meno passeggiare con voi? Ha meno appetito ?
Non c’entra l’amore per voi, è l’età.

Se ha superato i 7 anni è normale, perché è entrato nella terza età. Dovete aiutarlo con un buon prodotto antiage. L’ho appena letto in un depliant elegante distribuito in un centro veterinario: “Anche i nostri cani, come noi, tendono a vivere più a lungo, e con l’innovazione del farmaco xx possiamo mantenere non solo il suo cervello in esercizio, ma migliorare la sua prontezza di riflessi e la sua chiarezza mentale”.

Naturalmente la casa farmaceutica si pone anche un problema: e se non riuscissimo a riconoscere questi segni dell’invecchiamento, perché a noi il nostro cane sembra sempre bellissimo, e i suoi occhi al contrario sono diventati più lucenti e teneri con l’età, e se a volte è più lento a rialzarsi ci fa semmai più tenerezza ? E se a noi piacesse che il nostro cane invecchia con noi, assieme a noi, perché anche noi col tempo avremo gesti più lenti, e meno voglia di correre e saltare ?
La ditta del farmaco xx non è d’accordo, fa terrorismo psicologico, ti sobilla a ispezionare il suo pelo, incalza: non lo vedi che è più opaco e duro? E che tende a ingrassare, che dorme più di giorno che di notte, e perde un poco la memoria?

Forse. Ma non è quello che succede a noi? Perché non la smettiamo con questa ossessiva e insana ricerca di perenne e impossibile giovinezza, grottescamente adesso imposta persino ai cani, creature libere e straordinarie in qualunque fase della loro vita?

(altro…)

Read Full Post »

HANNO CONTRIBUITO:

(altro…)

Read Full Post »

Seno sodo

I segreti di un décolleté in forma

del Prof. Di Pietro
.
 
Non tutti sanno che il seno non è sostenuto da nessuna struttura muscolare. L’unico sostegno è costituito dalla pelle, coadiuvata da sottili legamenti ancorati ai muscoli pettorali.
Per avere un seno sodo e un bel décolletéè perciò importante prendersi cura della cute di questa delicata area, cercando di favorirne l’elasticità e la resistenza. 
Come primo utile accorgimento è possibile sfruttare l’azione dell’acqua fredda alternata all’acqua calda sui tessuti.
Questa alternativa stimola il microcircolo e l’ossigenazione delle cellule, tonifica e rende più soda la pelle. Il rimedio migliore, in tal senso, consiste nell’uso di qualche cubetto di ghiaccio che deve essere passato sul seno con un massaggio circolare. Per chi non se la sente di effettuare questa “manovra coraggiosa”, si può intervenire con getti di acqua fredda da alternare a spruzzi di acqua tiepida.
 
È inoltre molto importante idratare accuratamente e ogni giorno la zona cutanea che va dal collo al décolleté. Quest’area è contraddistinta da una percentuale bassa di ghiandole sebacee e tende perciò a divenire secca e ruvida, con una conseguente comparsa precoce di rughe. Per contrastare questo effetto è possibile applicare creme idratanti ricche di glucosamina
Il décolleté può essere inoltre rivitalizzato attraverso due tecniche dermatologiche: il picotage e il laser frazionale.

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: