Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 16 luglio 2010

Vi propongo un capolavoro del Mangosi, ovvero “la mappatura dei vini in Italia”.
Il nostro Grandioso artista immagina lo Stivale come un inusitato pergolato, con delle caratteristiche scene regionali:

Pubblicità

Read Full Post »

La vera storia dei certificati…

di Alfonso Cipolla

.

L’articolo dell’avv. Ferlisi sulle presunte voci false messe in giro da qualche sciagurato che ce l’ha evidentemente contro la sua amministrazione, merita una risposta.

Intervengo dunque come conoscitore privilegiato e “interessato” ma anche per impegno politico.  Intendo contribuire a far conoscerei la verità vera a chi governa la città perchè lo faccia con giustizia e oculatezza: è in tal modo che si evitano critiche e pinocchi.

Le certificazioni mediche si pagano, c’è poco da dire. Ma c’è da dire però che tutti i medici di Milena hanno convenuto per il tipo di certificati in questione di applicare una tariffa di 20 € inferiore a quella prevista dalla FMMG. Non di questo voglio parlare ma dei risvolti “politici”.

Per esempio è utile sapere che i certificati sono validi per un anno. 

Questa informazione viene incontro alle giustificate e risentite proteste dei genitori meno abbienti ai quali “fa” (danno economico) spendere anche tale cifra, specie se hanno più figli da mandare in piscina come per il caso di cui sto parlando. Per limitare il danno economico ho suggerito agli stessi e all’assessore al ramo Giuseppe Ingrao di fotocopiare il certificato. L’originale restituito al genitore potrà essere utilizzato anche per l’anno prossimo se si predisporrà la scadenza delle domande non a luglio ma alla fine di giugno 2011.

Risparmio del 50%. Ma il discorso non finisce quì. Come ho fatto presente anche ad altre autorità: non si chiede certificato medico quando iscriviamo i nostri figli alle scuole e ciò nonostante, fanno ginnastica. Perchè dunque dovrebbero farsi certificare un’idoneità per sgambare al grest o piroettare alla danza o “zabbiare” in piscina? Non c’è in tutti questi casi competizione e tutto si fa per gioco. Non certificati si richiede ma, come è giusto, personale adeguato che li assista.

Ragionando, ragionando… mi si è accesa un’idea: vuoi vedere questi certificati non sono obbligatori “per legge”? Nel qual caso anche un bambino capirebbe che il problema sarebbe bell’e risolto alla radice.

Niente certificato, niente 20 euro al medico!

Ecco che nasce la mia pubblica richiesta all’amico Ferlisi, che è consigliere comunale e comunista per giunta, di attivarsi e informarsi se questo benedetto/maledetto certificato è o no obbligatorio. La sollecitazione è estesa a tutti ma proprio tutti i consiglieri comunali e, si capisce, all’assessore Ingrao.

Spero (purtroppo… non per me!) che il certificato non sia obbligatorio di modo che la gente risparmi soldi e il medico il fastidio di mettere le mani in tasca alle persone specie in questo periodo di vacche magre. Ma che dico, magrissime! 

Read Full Post »

Ricordi di una maturata

di Chiara Pugliese

.

Ieri, soltanto “ieri”, sono entrata nella struttura monolitica “sinistra e attraente” preparandomi a trascorrervi la mia adolescenza, decisa a sfidare ogni minimo ostacolo. Settembre 2005, ero galvanizzata, le gambe mi tremavano, non vedevo l’ora di incontrare persone nuove con cui vivere esperienze propositive. Quanta eccitazione allora e quanta nostalgia ora nel ricordare l’ansia della “quartina” che entrava a farne parte.

Sono ancora io quella di ieri? No, la mia mente e il mio animo sono stati educati, modellati, temprati, la mia anima è divenuta “ben tetragona ai colpi di ventura” (Pd, XVII). E’ indiscutibile, non sempre è stato facile arrivare al traguardo. Quante volte avrei voluto mollare e scappare lontano, ma ho tenuto duro e sono giunta all’epilogo. Dubbi, incertezze, delusioni, sconforti, fallimenti, successi. Le “fredde e calorose” pareti raccontano le mie lacrime, i miei sogni, le mie aspettative mi hanno vista crescere e maturare.
Qui, “a casa mia”, ho conosciuto la vera amicizia, l’amore, la solidarietà, la collaborazione mi sono cimentata in continui ping pong dialettici, ho indossato le ali dorate della cultura per volare spedita nel cielo azzurro, novello “albatros” (Baudelaire) ho imparato a osare.

Gli anni del liceo sono i migliori. Sì, è vero. La ragazzina è diventata una donna, un po’ spaventata, forse, dominata, a un tempo, dal “vittimismo”, eppure sollecitata dal “titanico egotismo” che Alfieri, Foscolo, Leopardi, Montale, Seneca le hanno infuso, consapevole della propria debolezza e pronta a sfidare il mondo, già sulla scia del percorso universitario e, contemporaneamente, aggrappata agli ultimi sguardi affettuosi, alle strette di mano incoraggianti, ai sorrisi spontanei.
Un grazie agli insegnanti, non tanto e non solo per i messaggi che mi hanno introiettato, ma, soprattutto, per la formazione umana e sociale che hanno favorito.

(altro…)

Read Full Post »

Restano in carcere l’imprenditore Flavio Carboni e il magistrato tributario Pasquale Lombardi, arrestati nell’ambito dell’inchiesta romana su un’associazione segreta. Lo ha deciso il Tribunale del riesame che dovrà pronunciarsi nei prossimi giorni anche sulla richiesta di scarcerazione presentata dal costruttore Arcangelo Martino, terzo degli arrestati.

Nell’ambito dell’inchiesta ( uno stralcio di quella, sempre della Procura di Roma, su un presunto comitato d’affari che avrebbe gestito l’assegnazione di una serie di appalti pubblici in Sardegna per la realizzazione di parchi eolici ) sono indagati il senatore del Pdl Marcello Dell’Utri, il coordinatore nazionale del partito Denis Verdini e il deputato Nicola Cosentino, che ha dato le dimissioni da sottosegretario anche se resta coordinatore del Pdl in Campania.

Nell’ordinanza di arresto di Carboni, Lombardi e Martino, l‘accusa ipotizza che gli imputati abbiano costituito in concorso con terze persone un’organizzazione per delinquere diretta a realizzare una serie indeterminata di delitti — tra cui corruzione, abuso d’ufficio, diffamazione e violenza privata — caratterizzata dalla segretezza degli scopi dell’attività e della composizione del sodalizio e volta altresì a condizionare il funzionamento di organi costituzionali e di rilevanza costituzionale nonché gli apparati della pubblica amministrazione dello Stato e degli enti locali.

(altro…)

Read Full Post »

di Erika Diliberto

.

Una storia , quella che stiamo per raccontarvi, che ha tutta l’aria di un racconto fantasioso d’altri tempi e perché no,magari proprio dei Fratelli Grimm!

Biancone, Gemma e i signori Randazzo

Una storia che ha per protagonista Gemma un piccolo meticcio di proprietà del Sig. S.R di Milena. Lo stesso pochi giorni orsono ha infatti richiesto d’urgenza l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico in quanto il cane da caccia del padre, durante una passeggiata in campagna, non aveva più fatto ritorno. Proprio così, la piccola Gemma si era persa e per giorni non si erano più avute notizie sul suo conto. Finalmente dopo una lunga ricerca da parte dei proprietari il cane era stato individuato a circa 25 metri da terra su di una parete verticale di roccia gessosa in località “Ciolino”.

Sul luogo è  intervenuto tempestivamente il Tecnico del Soccorso Alpino e Speleologico nonché Direttore della Riserva Naturale Monte Conca Vincenzo Biancone. Quest’ultimo in compagnia di Giuseppe Pellitteri, individuata la migliore linea di calata in parete si è calato lungo una corda con adeguate tecniche per circa 90 metri raggiungendo la piccola e impaurita Gemma.

L’animale, fortunatamente incolume, ma provato dalla lunga permanenza nei luoghi, non proprio comodi e sicuri, è stato quindi posizionato all’interno di un contenitore in PVC e subito dopo riportato sano e salvo a terra. In seguito preso in consegna dagli stessi proprietari il cane è stato rifocillato e coccolato dopo la brutta esperienza fortunatamente risoltasi positivamente. Come si suol dire…tutto è bene quel che finisce bene!

Si ricorda che l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico può essere richiesto ad ogni ora del giorno e della notte 365 giorni l’anno al numero telefonico 3349510149.

(altro…)

Read Full Post »

Finì Cesare

Read Full Post »

‘Nzerta chi è ?

.

Haju ‘na cosa

ca ‘un posa

nè ‘n cielu

nè ‘n terra.

.

se non indovini…

(altro…)

Read Full Post »

Consiglio comunale del 07.07.2010 secondo il gruppo di minoranza.

                                                                                            

Punto n.1 – Approvazione Delibere Verbali Seduta precedente avvenuta in data 28.06.2010

n.  17   Servizi Pubblici a domanda individuale, determinazione costi complessivi e relative  tariffe. Nell’approvare questo verbale il gruppo S-S-L chiede la rettifica poiché  non è stata riportata la dichiarazione del Consigliere Giovanni Randazzo in merito alla rinuncia all’indennità di carica del Sindaco e degli assessori comunali “ siamo stanchi e stufi di sentire ripetere a ogni circostanza questa storiella, personalmente,  e come Gruppo Consiliare avremmo preferito che il Sindaco percepisse quel poco di indennità che gli spetta ma nel contempo dedicasse qualche ora in più all’espletamento del mandato sindacale che la cittadinanza gli aveva affidato.”

A seguito di questa puntualizzazione si sono molto risentiti il sindaco stesso e il Consigliere Claudio Cipolla, i quali affermano che le parole dette dal Consigliere Randazzo non corrispondono al vero. Il Consigliere Randazzo ha cercato di far comprendere ai presenti che nel corso dell’approvazione dei verbali della seduta precedente non era possibile inserire nuove affermazioni e/o dichiarazioni, la delibera attiene solamente a quanto dibattuto nel corso della relativa seduta. Non c’è stato verso. C’è bisogno un po’ di ripasso del diritto amministrativo e di ordinamento degli enti locali.
Tutti i verbali vengono approvati all’unanimità.

Punto n.2 – Interrogazioni Consiglieri Comunali.

(altro…)

Read Full Post »

Basta un bacio per ricordare questi dimenticabili mondiali. Più delle lacrime di Maradona, più della mala comparsa italiana, persino più del cefalopodo indovino che ha tenuto col fiato sospeso, manco fosse polpo fiction, una sterminata platea di allocchi a corto di emozioni. Perché questo è stato un bacio emozionato ed emozionante, imprevisto ed imprevedibile. Fue un beso tan corto que duró más que un relámpago, un bacio più veloce di un lampo, avrebbe detto Garcia Lorca.

Casillas bacia la fidanzata Sara

Il bacio tra un fresco campione del mondo e la giornalista che lo sta intervistando e che è anche la sua fidanzata.

Lei che tenta di mantenere l’aplomb, lui che non riesce a trattenersi e fa, semplicemente, quel che desidera: la bacia. Caliente y potente. Lei che si ricompone ed esclama, ancora in diretta, «Madre mia…»

Belli, teneri, spontanei. E in diretta televisiva. Per questo è stato forse il momento migliore di tutto il mondiale. Ancora oggi, nonostante le schifezze della cronaca quotidiana e talvolta calcistica, quello che ci fa sorridere di gioia e sentire un brivido di felicità è la forza di un bacio, la spontaneità dell’amore.

(altro…)

Read Full Post »

Rassegna stanca

Opera del mitico Tomas

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: