Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 2 luglio 2010

Triste fine di un pensionato

Una famiglia e un paese in lutto

.

Era uscito di casa di buon mattino il signor Salvatore Provenzano che anche se anziano, non aveva perso l’abitudine di recarsi nel suo appezzamento di campagna.

Quando s’invecchia, come si sa, si diventa “più interessati” all’economia domestica e gli anziani quasi incosciamente rifiutano d’invecchiare per un ancestrale attaccamento alla vita. Purtroppo  però anche se la mente resta sveglia e la memoria vivida, i riflessi non sono più quelli di una volta. Hai voglia di dire loro di stare attenti e di restarsi a casa, non si riesce quasi mai a frenarli: la campagna e l’aria aperta rappresentano una boccata di ossigeno, un bagno di gioventù, la vita.

Ma a volte l’imprevisto è dietro l’angolo, quando non arriva la tragedia come è capitato al nostro concittadino. La sua tragedia personale è diventata il lutto della sua famiglia e la commozione di un intero paese che ha partecipato colpito dall’assurda tragedia di casa Provenzano.

Ieri all’alba Salvatore Provenzano s’era alzato per andare nella sua proprietà di campagna. Il tempo passava e non vedendolo tornare all’ora di pranzo, la moglie si è fatta accompagnare dalla nuora Rosaria in contrada Serra da Cruci poco sopra il villaggio Masaniello. Il dramma si è presentato ai loro occhi in misura immane, l’uomo anziano di 82 anni ormai era un inguardabile cadavere carbonizzato tra un vigneto e una filiera di ulivi.

E’ stato chiamato il 118 ma non c’era più nulla da fare. Sono accorsi prontamente anche i carabinieri della stazione di Milena per i primi rilievi sul posto. Il medico necroscopo dott.ssa Rosellina Adragna ha poi confermato il decesso e ipotizzato le modalità. Resta da stabilire se l’anziano sia morto per asfissia o in seguito alle ustioni, ma non si può escludere che sia stato preso da un infarto o colpito da un ictus.

Sarà l’autopsia disposta dall’autorità giudiziaria a dare le risposte attese. Sembra comunque che la tragedia sia avvenuta per la volontà dell’anziano di provare a spegnere l’incendio. Altre ipotesi non appaiono praticabili.

(altro…)

Pubblicità

Read Full Post »

Sul consiglio passato nessuno ha parlato. Nè le parti nè i partiti. Per cui il rendiconto lo fa MML raccolte alcune voci. Ci si soffermerà sui risvolti politici più eclatanti, lasciando altro ad altri. 

Diciamo che tanta ma proprio tanta era l’attesa. 

  • Per la nomina che il sindaco avrebbe fatto del nuovo assessore annunciata con tanto di fanfara dalla solita velina giornalistica.
  • Per la curiosità di vedere se la maggioranza, dopo lo strappo della Vella (che nella conferenza dei capigruppo si era schierata con l’ex sindaco Randazzo per dividere in due il consiglio) si sarebbe ricompattata.
  • Per il rischio di una mancata approvazione del bilancio comunale, fatto grave che avrebbe pagato l’intera cittadinanza.
  • Per altro, tanto altro ancora di cui non vi si racconta questa volta.

Ci limiteremo a commentare, fatte queste doverose premesse, i tre atti principali in cui si è svolto il consiglio comunale. 

Valeria Vella

 
 
 
 

Salvatore Tona

ATTO PRIMO

Inizio da brividi. Manca all’appello proprio la consigliera Vella (che giungerà dopo le prime votazioni): dunque i boatos della crisi tra i due gruppi di maggioranza divisi sul nome dell’assessore in quota rosa non erano del tutto inventati.  

La verità dei fatti ci dice che la maggioranza si presenta ai lavori senza avere una maggioranza, solo in 7 su 15.  Terrore. Preoccupazione. Nervosismo in aula. Fino a quando non arriva la capogruppo. Intanto il consiglio va avanti “grazie” alla sensibilità istituzionale dell’opposizione e del presidente del consiglio Salvatore Tona che mantengono il numero minimo legale. 

In particolare si deve al voto positivo di quest’ultimo l’approvazione di un atto propedeutico all’approvazione del bilancio comunale: senza il voto del presidente, che i suoi ex amici chiamano “infedele”, il sindaco il bilancio se lo scordava. Se il paese di Milena avrà i soldi per essere amminsitrato lo deve proprio al Tona (che si è distaccato definitivamente dalla maggioranza) ed alla minoranza che ha dimostrato di far bene il suo dovere e rispettare i bisogni dei cittadini. 

Giovanni Randazzo

il sindaco Vitellaro con l'assesore Ingrao

 

ATTO SECONDO 

E’ scontro tra titani con polemica finale per un assessore che parla sempre senza essere interrogato. 

Quando il sindaco per l’ennesima volta si vanta e ripete la cantilena della rinuncia all’indennità di carica, l’ex sindaco sbotta dicendo press’a poco così: ” E prenditela sta benedetta indennità, basta che vieni al comune ad amministrare Milena “. 

Vitellaro accusa il colpo poi ribatte, passando dal tu al  “lei”. che il suo ” è un nuovo modo di amministrare che non tiene alla poltrona (?) e che è impegnato a riparare i danni provocati dall’ex sindaco “. La replica di Randazzo è ironica: ” Spero che alla fine non ne lascerai più di me! “. 

Un altro momento di tensione lo si deve all’irrequieto assessore Ingrao che per la minoranza avrebbe la pessima abitudine d’intervenire a gamba tesa nel dibattito consiliare senza chiedere prima il permesso e ottenere il diritto di parlare. Al presidente cui spetta la direzione serena dei lavori vanno le rimostranze dei componenti dell’opposizione e al sindaco l’invito, quando presente in consiglio, di non portarsi appresso altri assessori ad intervenire. 

(altro…)

Read Full Post »

Sabato 3 Luglio ” Giovani in festa a Bompensiere”  

Sabato a Bompensiere la cooperativa Etnos organizzerà un evento che coinvolgerà tutti i giovani del nostro piccolo comune e dell’intero Vallone.  

Oltre alla caccia al tesoro e al concerto dei “Gatta ci cova”, durante l’arco della giornata ci saranno numerosi momenti di riflessione che avranno come tema centrale i giovani.

Read Full Post »

(ASCA) – Roma, 1 lug – Aquile del Bonelli, gipeti, aquile reali, falchi lanari e pellegrini, capovaccai (i famosi avvoltoi egiziani) e cicogne nere: sono questi i rapaci sequestrati dal Corpo forestale dello Stato nell’ambito di una vasta operazione che ha smascherato e bloccato un traffico illegale di animali protetti esteso a diverse regioni d’Italia e ad alcuni Paesi Europei.
I 45 esemplari finora sequestrati, appartenenti a specie rare e a rischio di estinzione, erano stati sottratti nei mesi scorsi dai loro habitat naturali e immessi sul mercato clandestino accompagnati da false certificazioni CITES. I rapaci, usati dai falconieri nelle rievocazioni storiche medievali o nella caccia, sono molto ambiti dai collezionisti di tutto il mondo; un fiorente commercio che cerca di soddisfare le richieste che ancora oggi provengono dai grandi parchi zoologici o dalle scuole di falconeria dei paesi arabi.

(altro…)

Read Full Post »

Da spiazzo a piazza

DAL MALE PUO’ NASCERE IL BENE, DAL BRUTTO IL BELLO

.

Questa è uno “spiazzo” in via Libertà di cui non ci si può certo vantare, creatosi per la demolizione di una civile abitazione pericolante, disposta dal comune.

Le condizioni ambientali sono sotto gli occhi di tutti come pure il fatto che ogni mattina rappresenta un pericolo per i ragazzi che frequentano il Grest. Tutti possono vedere lo stato in cui è tenuta, anche gli amminsitratori che abitano o passano lì vicino.

Ci permettiamodi andare oltre la critica e di suggerire di recintarla, dopo averla fatto ripulire.

Se poi questo brutto spiazzo si livellasse e pavimentasse, potrebbe trasformarsi come per miracolo in una capace piazzetta o anche in parcheggio, o in altro. Qualsiasi idea migliorativa non sarebbe male. In tale modo il paese fruirebbe qualcosa di positivo invece di essere penalizzato da uno stato di pericoloso e ingiustificato abbandono. 

Coraggio, rispettiamo l’ambiente e contemporaneamente inventiamoci una vera piazzetta utile alla città. 

Read Full Post »

Deviati nella cacca

Secondo l’on.le Pisanu, Presidente della Commissione Antimafia, dietro le stragi del ’92/’93 ci fu effettivamente un “groviglio” di connivenze tra Mafia e Politica con i buoni uffici dei soliti “Servizi Deviati”, che nessuno sa bene cosa siano ma dei quali tutti, come si può facilmente capire, possono apprezzarne l’operato.

.

Uber

Read Full Post »

Coraggiosa denuncia di Benedetto XVI: Gli attacchi che oggi la Chiesa Cattolica subisce non sono del tutto strumentali ma dovuti in buona parte ai numerosi peccati della Chiesa stessa

Read Full Post »

I giorni di ricevimento di Caltaqua

.

Gli uffici di Caltaqua – Acque di Caltanissetta,

nei prossimi mesi di luglio, agosto e settembre,

resteranno aperti al Comune,

per ricevere gli utenti, nei giorni del

12 e 26 luglio;

16 e 30 agosto;

13 e 27 Settembre.

c.l.)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: