Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 14 dicembre 2008

aix-stemma stemma-asti

DETERMINAZIONE SINDACALE N. 57 del 21.11.2008.

Non bastassero le numerose e varie figure istituzionali per l’intrattenimento di pubbliche relazioni con Aix-les-Bains e Asti cittadine alle quali siamo legati, rispettivamente da un Gemellaggio e da un Patto di Amicizia ne è spuntata un’altra che equivale al rango di “Ambasciatore”.

Ora questa nuovisima figura si va ad aggiungere a quelle degli assessori che hanno le deleghe all’istruzione e agli scambi culturali; a quell’altra della presidenza del Comitato del Gemellaggio; e, non bastasse, alla figura principe che è quella del sindaco che rappresenta ufficialmente l’amministrazione comunale.

Per la prima volta nella storia di Milena è arrivata la tanto desiderata nomination. GRAZIE ALLA DETERMINAZIONE DEL SINDACO,  Carmelo Cipolla è incaricato per la sovraintendenza e per la intensificazione dei rapporti con gli emigrati e relative associazioni.

CLICCARE PER VEDERE LA VERSIONE INTEGRALE

http://www.pdmilena.it/j15/attachments/147_DS%2057.pdf

Annunci

Read Full Post »

L’on. Pagano invia i suoi comunicati stampa anche a milocca.wordpress.com che, riconoscendone il valore e l’utilità, li pubblica volentieri, come nostro costume e, come si fa con tutti.

Ci risulta che l’on. risponde “direttamente” agli autori dei post che lui ritiene più interessanti. Se qualcuno non viene contattato, potrebbe essere perchè invia il suo post con un indirizzo e-mail “falso”.

Ad ogni modo pubblichiamo il sito dell’on.le Pagano per chi vuole assicurarsi una risposta diretta.

http://www.alessandropagano.it/


La Redazione di Milocca – Milena Libera

Per Davide. Siamo entrati nel sito www.alessandropagano.it/. In altro a destra chi vuole può iscriversi. Chi vuole invece soltanto contattarlo trova il segno @ e le varie modalità che copiamo e incolliamo:

————————————————————–

Utente
Password
Password dimenticata?

Aggiornami sul sito

Segnala ad un amico

chiocciola-at1

Contatti

———————————————————

Perquanto riguarda invece i post sul nostro sito, l’e-mail del blogger viene data, a richiesta dell’on.le e con il consenso del/della titolare. Basta per convincerti che non diciamo fesserie e a capire che l’on. Pagano non ha aperto un “angolo delle lettere” su MML?

Alessandro Pagano “usa” il nostro sito e altri, e anche i quotidiani, per far conoscere il suo pensiero. Noi rispettiamo la sua scelta. Se lo volesse, potrà intervenire. Ma non ha nessun obbligo a farlo. E’ la libertà, mio caro Davide. Saluti MML


Read Full Post »

eurosoldiLa crisi economico-finanziaria globale sta iniziando a farsi sentire in modo drammatico anche nella nostra zona,  la prima conseguenza di questa crisi e’ un’ondata di licenziamenti senza precedenti sia per le grandi aziende che per le  piccole aziende.

Il comparto in Italia sta attraversando una crisi senza precedenti, le vendite nello scorso mese di novembre sono scese del 60%, ripercuotendosi  su tutto l’indotto che sta dietro la produzione di autovetture.

Milena che è un paese prettamente agricolo sta affrontando questa crisi senza mezzi specifici, infatti l’aiuto del governo Berlusconi è  mirato ai pensionati e alle famiglie con bambini minori di 3 anni.

Nessun aiuto è stato dato alle piccole e medie imprese, Artigiani, Agricoltori, Commercianti vedono scendere la loro produzione vertiginosamente senza che nessuno affronti il problema alla radice.

Questo natale non potrà essere considerato come gli altri, sia a livello locale che nazionale, il potere d’acquisto delle tredicesime scenderà come ogni anno, senza poterci fare niente.

Il Governo che in primo momento voleva detassare le tredicesime, così come è avvenuto in altri paesi d’Europa (Germania), ci ha ripensato. Non avendo più fondi (sprecati con la mala gestione alitalia)  non ha immesso fondi al ceto medio, ceto che fa muovere l’economia non solo d’Italia ma anche di Milena.

Con la vicinanza di 2 grossi centri commerciali (Racalmuto e Tumarrano), i nostri commercianti cominciano a sentire una pressione che prima non c’era (io non chiamerei concorrenza). In quensto momento di crisi il ricircolo di denaro, a Milena, diminuisce sempre più impoverendo ancora di più i milocchesi.

Il governo nazionale, che ha una grande maggioranza di Onorevoli Siciliani non ha sollevato la questione del Mezzogiorno e non ha considerato l’impoverimento dei siciliani che sale sempre più. Se nessuno porterà rimedio, la crisi nei prossimi mesi sarà molto più pesante di adesso.

Quì nessuno vuole essere pessimista, ma dai primi di dicembre ad oggi, abbiamo potuto notare tonfi continui della borsa di Milano; ci sono anche molti  Milochesi che hanno somme in borsa e si ritrovano a perdere i loro investimenti e a non poterle utilizzare in questo brutto periodo.

L’ottimismo non può partire dalla povera gente ma deve iniziare dal mercato globale, come diceva una vecchia pubblicità l’ottimismo è il profumo della vita, ma non si può vivere di solo profumo, ci vuole anche la sostanza, il lavoro.

Read Full Post »

LA RIVOLTA DEGLI SKY…ZZATI

Alessandro Pagano

Alessandro Pagano

sky2

Con il Decreto Legge n. 185 del 29/11/2008, recante misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale, il Consiglio dei Ministri ha aumentato l’IVA sui contratti Sky, portandola dal 10 al 20%. Apriti cielo! La sinistra è insorta e ha gridato allo scandalo:”Berlusconi penalizza la concorrenza per favorire le sue aziende”; “Sky punita, è un altro favore per Mediaset”; e cosi via.

Ecco la nuova frontiera, la nuova lotta di classe di una sinistra che ormai da tempo ha smesso di difendere gli ultimi ( le critiche alla Social Card sono ancora calde) e ha indossato i panni del “body-guard” degli opulenti. Svergognata dall’Unione Europea che ha confermato la bontà del provvedimento governativo, a pelle abbiamo la sensazione che questa sinistra in salsa capitalista sia una miscellanea di debolezze umane e di vanità e di impudente ipocrisia.

Come si fa infatti ad impostare una polemica speciosa sul presunto danneggiamento di una multinazionale che si occupa di reti televisive digitali quando la stessa gode di notevoli benefici fiscali da oltre dieci anni?

Come si fa a difendere Sky dall’aumento dell’IVA quando è più che evidente che la televisione digitale non è un bene primario per i cittadini e quindi non indispensabile? E che l’anomalia è stata proprio quella di aver tenuto un’Iva più bassa per così tanti anni?

Veltroni e soci, per principio non possono dare ragione a Berlusconi e quindi non vogliono spiegare alla gente che l’aumento del canone era giusto perché chi possiede questo abbonamento non è un morto di fame e perchè con queste nuove entrate lo Stato potrà sostenere le fasce deboli in difficoltà.

Allora a braccetto con i presentatori Sky, che guarda caso hanno una linea editoriale anti-governativa, il Partito Democratico è andato a testa bassa contro il Governo.

Il raddoppio dell’IVA invece è stato un atto di giustizia perché dopo 13 anni il satellite non può più essere considerato una nuova tecnologia come testimonia la penetrazione capillare di Sky nelle famiglie italiane. Per quanto riguarda Sky è pazzesco pensare come si siano stracciate le vesti con spot pubblicitari e pressione mediatiche inaudite. Questa compagnia è solidissima e ricchissima, e negli ultimi anni, tanto per fare un esempio, solo con la programmazione dei 26 canali porno in “Pay per View” ha incassato qualcosa come 2 milioni di euro alla settimana. Sky in verità è preoccupata solo delle possibili disdette che potrebbero arrivare dal previsto aumento degli abbonamenti. E dopo l’atto di approvazione dell’Unione Europea che ha plaudito il Governo per la giustezza dell’intervento a questa sinistra, che vuole governare l’Italia e gli Enti locali nonostante tutti gli insuccessi accumulati e dopo le note questioni morali, che cosa è rimasto da dichiarare? In qualunque caso il “PdL è inadeguato per il Governo del Paese!

Ma ci facciano il piacere…

Alessandro Pagano

Read Full Post »

San Giovanni Evangelista

San Giovanni Evangelista

Dal Vangelo secondo Giovanni 1,6-8.19-28.

"San Giovanni Battista" - Olio su tela, cm 185x114  El Escorial, monastero (Sala Capitolare)

Tiziano Vecellio: "San Giovanni Battista"

Venne un uomo mandato da Dio e il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone per rendere testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui.
Egli non era la luce, ma doveva render testimonianza alla luce.
E questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e leviti a interrogarlo: «Chi sei tu?».
Egli confessò e non negò, e confessò: «Io non sono il Cristo».
Allora gli chiesero: «Che cosa dunque? Sei Elia?». Rispose: «Non lo sono». «Sei tu il profeta?». Rispose: «No».
Gli dissero dunque: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?».
Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, come disse il profeta Isaia».
Essi erano stati mandati da parte dei farisei.
Lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque battezzi se tu non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?».
Giovanni rispose loro: «Io battezzo con acqua, ma in mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, uno che viene dopo di me, al quale io non son degno di sciogliere il legaccio del sandalo».
Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: