Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 2 dicembre 2008

Lista Solidarietà Sviluppo Legalità

Lista Solidarietà Sviluppo Legalità

Secondo punto : INTERROGAZIONE DEI CONSIGLIERI COMUNALI

Così come concordato nella conferenza dei capigruppo tenutasi lo scorso 10.11.2008, alla presenza del presidente del consiglio comunale, dei capigruppo consiliari, dell’assessore Ingrao, in rappresentanza della Giunta Municipale, ed assistiti dal direttore generale dott. A. MARINO, si sono trattate le prime tre interrogazioni presentate in ordine cronologico.

PRIMA INTERROGAZIONE: SUI LIMITATORI DI VELOCITA’ presentata in data 22.09.2008.

Dopo l’illustrazione della stessa interrogazione da parte del capogruppo G. RANDAZZO, il sig. SINDACO ha dato le seguenti risposte:
1) l’eliminazione del dosso segnalato è stata effettuata per aderire ad una precisa richiesta dei camionisti locali e non.
2) il danneggiamento dei dossi segnalati nell’interrogazione è stato provocato sicuramente da un fatto accidentale provocato da qualche operatore agricolo. Considerato l’importo minimo del danno arrecato si è ritenuto di non informare l’autorità Giudiziaria. I dossi danneggiati sono stati immediatamente ripristinati e ritiene che non ci sia stata responsabilità dolosa da parte di alcuno.
Dopo aver risposto alle domande si è impegnato a collocare altri dossi artificiali, in via Caltanissetta , e in altre vie dell’abitato.

Il grupppo SSL si ritiene moderatamente soddisfatto dalle risposte ricevute. L’impressione avutasi : il sindaco non ha cercato di nascondere alcunchè di sua conoscenza.

SECONDA INTERROGAZIONE: IN MATERIA AMBIENTALE presentata in data 22.09.2008

Il capogruppo  G. RANDAZZO illustra l’interrogazione.

Il sindaco esordisce affermando che non vuole cedere alla tentazione di chiedere cosa avesse fatto la precedente amministrazione, in particolare l’ex Sindaco Randazzo nei 10 anni di sindacatura e nei 4 anni di vice- sindacatura per la soluzione della problematica in oggetto.
Il sindaco ritiene che il cattivo odore in alcune vie dell’abitato sia da imputarsi ad una comunicazione delle acque bianche con la rete fognaria e che si è cercato in diverse maniere di risolvere la incresciosa situazione , ma che ad oggi , non è stata trovata nè la causa né la soluzione idonea alla problematica. Si ipotizza di entrare nelle case private dei tratti interessati è di utilizzare del colorante per vedere di trovare qualche allaccio, in buona fede, alla rete delle acque bianche . Informa anche che a seguito della nostra interrogazione è stata dato incarico al responsabile dell’ufficio tecnico geom. G. Saia di relazionare sulla situazione e di trovare la soluzione idonea poichè la problematica è di natura tecnica e la soluzione dovrà essere individuata dai tecnici.
Sulla questione dei cassonetti non lavati e non disinfettati ha sostenuto che la competenza è della società d’ambito ATO AMBIENTE CL1, e che l’Amm. Com. ha richiesto di effettuare il relativo servizio, unitamente alla richiesta di sostituzione di una trentina di cassonetti che sono in pessime condizioni.
Sugli spostamenti dei cassonetti segnalati ha riferito che questi sono stati autorizzati dall’A.C. ed ha confermato che nel villaggio Mazzini si è sfiorata la rissa , cercando di addebitare la responsabilità all’ex ass. LICATA, a suo dire presunto responsabile di uno spostamento precedente.

Il capogruppo Randazzo ha interrotto il Sindaco illustrando la dinamica dettagliata degli eventi : il precedente spostamento, avvenuto di due anni fa, era stato concordato con gli abitanti della via Unità d’Italia, l’attenta manutenzione, la pulizia e disinfestazione, operata contantemente negli anni passati non ha creato alcun problema.
Il Sindaco, in seguito, legge una nota dell’arch. MAGRO sul posizionamento dei cassonetti redatta il 22-09-2008. Andando oltre i contenuti dell’interrogazione, si compiace dell’inizio della raccolta differenziata e prende atto che da parte della gente c’è stata una risposta positiva, segno tangibile che negli anni passati erano stati abituati a fare la differenziata.
Il capogruppo Randazzo, nella replica, prendo atto delle risposte ricevute e dopo aver difeso l’operato dell’ass. Licata , auspica che la problematica nelle vie segnalate venga risolta ed informa il sindaco ed i consiglieri che l’avvio della raccolta differenziata porterà inevitabilmente ad un aumento dei costi a carico del comune o a carico dei cittadini utenti e che la pulizia e disinfezione dei cassonetti poteve essere effettuata dall’Amministrazione addebbitando i costi alla società d’ambito.

TERZA INTERROGAZIONE: attivazione della sezione primavera del 12.10.2008

Illustrazione di questa interrogazione viene fatta ad opera del consigliere G. MUGAVERO.

Il Sindaco invita il capogruppo VELLA per la sua competenza professionale ad esplicitare la risposta.

Il capogruppo Vella si cimenta in una dissertazione sulla normativa di riferimento (legge MORATTI). Finalmente comunica e ci informa ufficialmente che NON C’E’ alcun FINANZIAMENTO DELLA SEZIONE PRIMAVERA, cerca di spostare il tiro dicendo che la collaborazione tra l’A.C. e l’istituto Comprensivo è massima (ci mancherebbe altro). Successivamente, nella qualità di dirigente scolastica, ci informa che ha presentato dei progetti per il servizio civile e che ha proposto ai vari comuni la sottoscrizione di protocolli d’intesa. Non vengono e, pertanto non si capiscono, esplicitati nè lo scopo nè le finalità.
Ci conferma che i ragazzi, quelli che partecipano al progetto Primavera, possono usufruire del servizio mensa e che tutto viene fatto nel rispetto del bambino.
Il Sindaco, nell’integrare l’intervento del capogruppo Vella, chiede al consiglio di collaborare per l’acquisto di uno scuolabus omologato per poter essere utilizzato dai bimbi di 2 anni di età. Mentre comunica che l’assistente INGRAO, assistente ai portatori di handicaps, ha svolto un servizio di volontariato relativamente al progetto Primavera e che è stata cercata la soluzione per aumentare le ore per poter svolgere ambedue i servizi.
Il capogruppo Randazzo, nel suo intervento di chiusura dichiara che delle delucidazioni all’interrogazione è rimasto poco soddisfatto in quanto è palese che le contestazioni mosse non hanno avuto risposte convincenti ed esaurient. Sull’attivazione della classe primavera c’è stato un chiacchiericcio che non va nella direzione che serve a dare risposte concrete alla cittadinanza . Ha evidenziato che qualche politico locale ha promesso ai ragazzi del servizio civile la proroga di un anno del servizio stesso. Pura illusione e creazione di false aspettative poichè la legge tassativamente vieta il rinnovo. E’ stato, anche, creato un inutile dualismo tra la scuola materna statale e quella gestita dalla suore, con passaggi di bambini da una scuola all’altra per aumentare, fittiziamente,  il numero di utenti della fantomatica classe primavera. Contesta, anche, al sindaco il tentativo di utilizzare l’assistente Ingrao, appositamente assunta per assistere l’unica portatrice di handicap che frequenta la scuola dell’obbligo, per le finalità della classe primavera in quanto l’interessata non ha il titolo  di studio di vigilatrice dell’infanzia necessario per accudire i bambini.
In chiusura, fa rilevare e sottolinea il fatto che le interrogazioni riguardano fatti e circostanze reali, non sono strumentali e sono mirate a risolvere i problemi della cittadinanza nel rispetto della legalità e vogliono essere da pungolo all’A.C.
Il sindaco prende atto di quanto affermato e ringrazia il gruppo S-S-L per il lavoro svolto nella preparazione delle interrogazioni che servono da stimolo alla giunta.

Read Full Post »

CONSIGLIO COMUNALE DEL 25 NOVEMBRE 2008 – INTERROGAZIONI DELLA MINORANZA

Milena - Il Municipio

Milena - Il Municipio

Trattazione le seguenti tre interrogazioni, presentate dal gruppo consiliare “ Solidarietà Sviluppo e Legalità”:
1) Interrogazione sui limitatori di velocità;
2) Interrogazione in materia ambientale;
3) Attivazione sezione primavera.
Si da atto che partecipano il Sindaco Vitellaro e gli assessori Ingrao e Buttaci e che durante la trattazione del presente argomento entra in aula il consigliere Mantione.
Presenti n. 13.  – Assenti i consiglieri Ferlisi e Mantione.

Si da atto che durante la trattazione del presente argomento entra in aula il consigliere Mantione. (La minoranza quindi consente l’inizio dei lavori del consiglio comunale garantendo il “numero legale” -8- che la maggioranza da sola non aveva raggiunto – NdR)

Viene quindi trattata la prima interrogazione “sui limitatori di velocità”, in ordine alla quale il Sindaco rappresenta che la rimozione dei dossi di che trattasi è stata autorizzata dall’amministrazione comunale stante le richieste di alcuni camionisti che hanno lamentato danni ai loro mezzi a causa degli stessi; in relazione alla rimozione dei dossi in corso P. Nenni, rileva che la stessa verosimilmente sia stata causata da fatti accidentali e che data l’irrilevanza dei danni non si è ritenuto di sporgere denuncia non ravvisandosi delle responsabilità oggettive. Il consigliere Randazzo si ritiene soddisfatto della risposta.

Per quanto concerne la seconda interrogazione ”in materia ambientale” il Sindaco informa che l’A.C. ha messo in atto alcuni accorgimenti che purtroppo non hanno prodotto gli effetti desiderati, e che quindi è stato dato incarico al responsabile dell’area tecnica per risolvere l’inconveniente alla radice; in relazione allo spostamento di alcuni cassonetti evidenzia che si sono verificate delle situazioni poco gradite tra i soggetti interessati, e che quindi l’a.c. ha cercato di dare soluzione al problema attraverso lo spostamento di alcuni cassonetti lontano dalle abitazioni, cosa che ha prodotto i risultati sperati, da quindi lettura di una relazione dell’area urbanistica, conclude il suo intervento affrontando il problema della raccolta differenziata invitando i cittadini ad una collaborazione proficua ed attiva. Il consigliere Randazzo nel ringraziare il Sindaco per la risposta, evidenzia che la costruzione della fognatura di che trattasi risale agli anni ’90 e auspica che il problema venga risolto in maniera definitiva, si sofferma infine sui costi della raccolta differenziata e sulle problematiche generali concernenti la raccolta dei rifiuti e costi connessi.

In ordine all’ultima interrogazione “attivazione sezione primavera” interviene il consigliere Vella che dopo aver fatto un excursus legislativo sulle stesse si sofferma sull’importanza del progetto che ha riscontrato un vasto consenso tra i genitori, ragion per cui è stato richiesto dalle autorità scolastiche un contributo alle amministrazioni interessate anche in termini di risorse umane per attivare il progetto stante che lo stesso per l’anno scolastico 2008/2009 non è stato finanziato, informa infine che la scuola ha presentato un progetto di servizio civile a tale scopo. Il consigliere Randazzo nell’evidenziare che le interrogazioni non sono strumentali ma pungolo per l’amministrazione comunale per la soluzione dei problemi, si dichiara meno soddisfatto delle precedenti interrogazioni, pur tuttavia il proprio gruppo da la piena disponibilità alla ricerca di soluzioni che possano portare all’attivazione dei progetti di che trattasi anche attraverso forme comunali. Il Sindaco ne prende atto.

Read Full Post »

cubbàita o torrone

cubbàita o torrone

Scrùsciu di carta e cubbàita nenti

——————–

La CUBBAITA è un antichissimo torrone siciliano a base di miele, sèsamo e mandorle che una volta era venduto nelle fiere, tagliato a rombi e avvolto in carta oleata.

Quando i pezzi erano piccoli e la carta di rivestimento abbondante, il rumore “Scrùsciu” prodotto nell’aprire l’involucro era più del dolce contenuto.

Donde il motto: meno apparenza e più sostanza.

Dai PROVERBI SICILIANI COMMENTATI di Felice Cùnsolo

——————————–

(altro…)

Read Full Post »

SUPERATA ANCHE QUOTA 1100

primo

Statistiche del Blog Tabelle di sintesi

Totale visite: 74,122

Record visite: 1,273

Monday, December 1, 2008

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: